Marco Tasser  è un fotografo giovane ma già bravissimo: i suoi paesaggi innevati o al tramonto sono veramente splendidi.

Marco ci parla un po’ di lui, della passione  per le sue amate Dolomiti e per la fotografia.

Sono Marco Tasser, classe 1998, tecnico edile sulla carta ma nella pratica futuro agricoltore e allevatore. Abito in una piccola frazione dell’affascinante borgo di Colle Santa Lucia e proprio l’essere nato a contatto con questo ambiente mi ha reso fin da piccolo un amante della montagna in tutti i suoi aspetti.

Panorama da Colcuc - Colle S. Lucia

Panorama da Colcuc, frazione di Colle S. Lucia – Marco Tasser

 

La mia passione per la fotografia è nata nel 2014” – racconta Marco – “Un mio caro amico aveva da poco acquistato una reflex e vedere come lui riuscisse ad immortalare attimi a dir poco magici mi fece incuriosire e, poco per volta, appassionare al mondo della fotografia.
Dopo poche settimane acquistai la mia prima bridge con l’idea, non appena possibile, di acquistare una vera e propria reflex. Ricordo ancora la mia prima uscita “Sai Magoec” (una cresta del Monte Pore, ndr) dalla quale si ha un’invidiabile visuale sul paese di Colle: uscita a dir poco meravigliosa”!

“Immortalare i paesaggi montani in diversi momenti della giornata è stata sin da subito la mia vera passione – racconta ancora Marco – in assoluto preferisco le albe, i tramonti e le foto notturne: sono questi i momenti più particolari infatti, dove si può partire da soli e, una volta arrivati a destinazione, godere dell’assoluta calma, della pace e del gestire il proprio tempo come meglio si crede.

La fotografia per me è infatti non solo una passione, ma anche un modo per rilassarmi e far scoprire luoghi idilliaci a chi per varie ragioni non ha avuto la possibilità di visitarli”.

Cinque Torri salendo verso l'Averau

Cinque Torri salendo verso l’Averau di Marco Tasser

 

Il primo debutto ufficiale di Marco come fotografo è stato nel 2019, dove era tra i fotografi che hanno raccontato le Dolomiti con le loro opere in occasione della mostra “DolomitiAmo” organizzata in sala Don Tamis per il decennale della Fondazione Dolomiti Unesco.

La fotografia non è però il suo lavoro: Marco ha deciso da qualche anno di investire in un ambizioso progetto di riqualificazione territoriale recuperando l’antico fienile di famiglia per insediarvi un moderno allevamento di capre camosciate. “So che quando arriveranno le caprette a casa sarò più vincolato di ora coi tempi, tuttavia la passione per la fotografia supera tutto e credo proprio che continuerò a ritagliarmi del tempo per viaggiare e fotografare”.

Il sogno nel cassetto di Marco rimane infatti poter immortalare un giorno le bellezze naturalistiche della Croazia e della Baviera, implementando nel contempo l’attrezzatura necessaria alle lunghe esposizioni.

Altre bellissime immagini di Marco nella sua Gallery

Per poter vedere altre sue splendide fotografie vi consigliamo di seguirlo anche su Instagram – Marco Tasser