Uno dei modi migliori per vivere un’esperienza unica, totalmente immersiva nella natura incontaminata delle Dolomiti, è quello di percorrere gli splendidi tratti di Altevia : sentieri in alta quota che collegano i rifugi nei quali è possibile pernottare e mangiare ( si consiglia di prenotare sempre i rifugi).

Tutti i percorsi sono ben segnalati e sono percorribili con il giusto equipaggiamento e un po’ di allenamento. Si possono effettuare anche brevi tratti di Altevia, per esempio da un rifugio ad un altro e poi rientro a valle, quindi sono praticabili anche con bambini.
Le Dolomiti Bellunesi e Agordine sono territorio di alcune tra le più belle Altevie del mondo:
L’ AVAMELIA  è un percorso che segue l’itinerario tracciato da Amelia Edwards durante il suo viaggio pioneristico del 1872, ma utilizza sentieri d’alta quota per ricreare un’esperienza simile a quella dell’esploratrice. Il percorso, in toto, è lungo più di 400 km, con 30.000 metri di dislivello tra salite e discese -> Scopri L’Alta Via Amelia – la Nuova Alta Via Delle Dolomiti
e la guida ufficiale –> GUIDA AVAMELIA
AVAmelia (Alta Via Amelia)

L’Alta Via delle Dolomiti n.1 attraversa da nord a sud parte delle Dolomiti Venete (propriamente dette e conosciute come Dolomiti Orientali o Dolomiti Bellunesi). Essa si origina al Lago di Bràies, in Provincia di Bolzano, e rimane in questa provincia durante le prime tre tappe proposte, cioè fino all’Alpe di Lagazuòi, dove rientra in Provincia di Belluno e vi rimane per tutto il percorso. Il percorso si snoda per 125 km con 7300 metri di dislivello positivi e 8400 m di dislivello negativi

Scopri l’Altavia delle Dolomiti n.1 

L’Alta Via delle Dolomiti n. 2 si snoda da Bressanone in Valle Isarco ai confini nord- occidentali delle Dolomiti fino a Feltre, in Provincia di Belluno, proprio ai piedi dei contrafforti meridionali delle montagne. I gruppi attraversati in tredici splendide ed avventurose tappe, sono fra i più famosi delle Dolomiti. Dal sottogruppo del Plose, attraverso poi i Gruppi di Putia, Odle, Puez, Sella, Marmolada, Pale di San Martino fino ai selvaggi e naturali territori del Cimonega, Sass de Mura e Vette Feltrine Il percorso offre grande varietà di panorami e di caratteristiche geologiche contrapponendo alle tipiche zone Dolomitiche altre dalle caratteristiche molto diverse per origine, morfologia e aspetto. I sentieri dell’ Alta Via 2 Dolomiti, si snodano in prevalenza su terreno roccioso anche se non mancano tratti più rilassanti su prati pascoli d’alta quota e boschi. Anche se in misura minore di un tempo, si incontra ancora isole di ghiaccio sulla Marmolada e, assai ridotto, sulla Fradùsta.

Scopri l’Altavia delle Dolomiti n.2

Altavia ANELLO ZOLDANO

Forno di Val di Zoldo – Forno di Val di Zoldo 4000 m circa/about
Gruppi Dolomitici: Gruppo Spiz di Mezzodì, San Sebastiano, Moiazza-Civetta, Pelmo, Bosconero
L’Anello Zoldano è stato ideato nel 1985 da Paolo Bonetti e Paolo Lazzarin

 

– AVP ALTAVIA DEI PASTORI  Falcade

IL CAMMINO DELLE DOLOMITI

E’ un percorso ad anello che abbraccia tutta la provincia di Belluno. Trenta tappe di cammino per scoprire la
dimensione più autentica delle Dolomiti, seguendo le tracce lasciate dall’uomo nei secoli, dal punto di vista religioso e storico.

Per conoscere ancora si più le meraviglie delle Dolomiti il CAI

applicazione per smartphone SENTIERI PARLANTI