Cencenighe  (Zenzenìghe in ladino) , ha una storia antica, si ritiene che fosse già abitato dall’anno 1000 grazie alla presenza sul suo territorio di materie prime minerarie, rame, piombo,ferro e argento e alla grande disponibiltà di legno dei boschi che la circondano : il carbone era divenuto talmente importate per l’economia e la sopravvivenza del paese che il mestiere di carbonaio era importantissimo.

Nof Filò di Cencenighe Agordino"

Nof Filò di Cencenighe Agordino”

A memoria di questo passato è stato creato il  “Sentiero delle carbonaie” , chiamato in dialetto  “El Troi de le Ial” sul monte Pelsa.

Nel centro di Cencenighe è presente anche il museo a cielo aperto ” Gli scalpellini di Cencenighe” : i “taiapiera” che un tempo tagliavano le pietre sulle montagne e le trasportavano a valle .

Museo all'aperto "gli Scalpellini di Cencenighe Agordino"

Museo all’aperto “gli Scalpellini di Cencenighe Agordino”

Scopri altro su Cencenighe Agordino

 

Museo degli scalpellini – Cencenighe Agordino

Museo degli scalpellini – Cencenighe Agordino Pochi di voi lo sanno, ma a Cencenighe è possibile visitare un museo a cielo aperto: Gli scalpellini di Cencenighe. Nei tempi antichi i cosidetti “Taiapiera” (tagliapietra) salivano nelle zone di estrazione della pietra, con una slitta particolare e robusta (chiamata in dialetto “Koco (si legge kocio), preparavano blocchi…

Dettagli

Affreschi in Valle del Biois – La Valle coi Santi alle finestre

La splendida Valle del Biois non è solo una bellissima valle Dolomitica circondata dalle meravigliose cime Patrimonio dell’Umanità Unesco, ma è anche famosa per il grandissimo numero di dipinti murali che si possono ammirare su abitazioni ed edifici, molti dei quali realizzati fin dal 1600 : nei comuni di Falcade, Canale d’Agordo, Vallada, Cencenighe Agordino,…

Dettagli