Il bivacco sotto l’Agner  è dedicato a Giancarlo Biasin, alpinista che nel 1964, insieme a Samuele Scalet ha creato una variante alla via precedente Solleder-Kummer (1926), sulla parete est del Sass Maor ( 2.812 m s.l.m.), una delle cime più famose delle Pale di S. Martino.

Durante la discesa, lungo il sentiero del Cacciatore, Giancarlo precipita, morendo tra le sue amate montagne: a sua memoria, tra le Pale di S. Martino, sotto il Monte Agner,  tra roccia e cielo, un bivacco.

Il bivacco Biasin si trova a Forcella Pizzòn d’Agner ( 2.650 m s.l.m ), tra le Pale di S. Martino, lungo la via di ascensione alla Cima del Monte Agner. La vetta del Gigante di Pietra, partendo dal Rifugio Scarpa, può essere raggiunta attraverso Canalone, la Via Normale, o per la Ferrata Stella Alpina.

Come tutti i bivacchi alpini, il Bivacco Biasin è incustodito: offre 9 posti letto e acqua di fusione. I bivacchi servono come punto di appoggio  ricovero di fortuna e/o di emergenza nelle arrampicate che possono durare più giorni.

Bivacco Biasin sotto l'Agner

Bivacco Biasin sotto l’Agner di Riccardo Bernardi

Bellissima galleria di immagini del nostro amico Ricky

Potete seguire e vedere le splendide fotografie di Riccardo sul suo profilo

Instagram   ricky86b_iker

Facebook  riccardo.bernardi.31