Piante, fiori, paesaggi, laghi, animali delle Dolomiti Agordine.

Panace di Mantegazza

Panace di Mantegazza in Agordino

  La Panace di Mantegazza (Heracleum Mantegazzianum, Hogweed in inglese) è un’ombrellifera che può raggiungere i 2.5-4 metri d’altezza nell’arco di una stagione vegetativa, le sue foglie hanno grandi dimensioni ( molto più grandi di quelle “simili” che normalmente troviamo nei nostri prati) , profondamente divise, con piccoli ricci di aculei. Le infiorescenze, larghe anche…

GOSALDO – Percorso “Il Sogno di Gioacchino Seggiolaio” a Forcella Aurine

Il  “Il Sogno di Gioacchino Seggiolaio” è il nuovo percorso tematico delle Dolomiti Agordine dedicato ai bambini e alle famiglie, una passeggiata nei meravigliosi e freschi boschi di Forcella Aurine, che darà modo di conoscere le meraviglie della natura e la storia di questi luoghi anche ai più piccoli in maniera sana e divertente! Il…

Arabetta alpina - I fiori delle Dolomiti Agordine

Arabetta alpina

L’arabetta alpina (Arabis alpina) è una piccolo fiore raro, di colore bianco con 4 petali. I fiori si sviluppano in infiorescenze con tanti piccoli fiori bianchi. L’arabetta alpina cresce fino ai 3.000 m s.l.m soprattutto su rocce, ghiaie o rupi. La fioritura va da maggio a giugno. Chi ama la montagna le lascia i suoi…

Campanula cespugliosa - I fiori delle Dolomiti Agordine

Campanula cespugliosa

La campanula cespugliosa  (Campanula cespitosa) è una piccola pianta con fiori blu che fa parte della famiglia delle Campanulacee. I fiori sono di color blu-violetto dalla tipica forma. Cresce fino ai 3.000 m s.l.m soprattutto su rocce, ghiaie o vicino ai ruscelli. La fioritura va da giugno a settembre.

Aquilegia di Einsele o Colombina - I fiori elle Dolomiti Agordine

Aquilegia di Einsele o Colombina

Aquilegia di Einsele o Colombina (Aquilegia einseleana) è una piccola pianta perenne d’alta quota:la troviamo fino a 2.800 m. s.l.m., solo nella catena alpina centro orientale. I fiori sono di color blu scuro e non supera i 30- 40 cm di altezza. Possiamo trovare l’Aquilegia di Einsele tra le rocce, nei ghiaioni o negli ex…

Papavero Alpino - I fiori delle Dolomiti Agordine

Papavero alpino

Il papavero alpino (papaver alpinum) è una piccola pianta perenne d’alta quota : lo troviamo dai 2000 m ai 2800 m s.l.m. I fiori sono gialli, di forma tipica del papavero e la pianta è alta solo 15 cm. Troviamo il papavero giallo soprattutto nei ghiaioni delle nostre bellissime Dolomiti. La fioritura va da luglio…

Geranio dei boschi - I fiori delle Dolomiti Agordine

Geranio dei boschi o selvatico

Il geranio dei boschi o semplicemente geranio selvatico  (Geranium sylvaticum) è una pianta comune sulle Dolomiti e può raggiungere i 2.300 m s.l.m. Il fiore ha 5 petali di colore azzurrino- violetto mentre le foglie hanno una forma particolare: sono palmatosette e i bordi sono dentati. Questo fiorellino alpino si trova spesso nei prati e…

Garofano Selvatico - I fiori delle Dolomiti Agordine

Garofano Selvatico

Il garofano selvatico (Dhiantus Sylvestris ) è una pianta molto diffusa sulle Alpi  e la si può trovare fino a 2.400 m s.l.m. I fiori sono rosa sulla parte superiore e bianchi nella parte inferiore: spesso troviamo un singolo fiore per gambo. Questo fiorellino alpino si trova spesso tra le rocce o su terreni ghiaiosi,…

Fiordaliso di Trionfetti - I fiori delle Dolomiti Agordine

Fiordaliso di Trionfetti

Il fiordaliso di Trionfetti ( Cyanus triumfettii) è un piccolo fiore che troviamo spesso nei prati calcarei o a bordo dei boschi. L’infiorescenza ha i fiori esterni azzurrini, mentre al centro sono rosa- bianchi, La fioritura avviene  tra Giugno e Settembre. Chi ama la montagna le lascia i suoi fiori ”

Orchidea globosa - I fiori delle Dolomiti Agordine

Orchidea Globosa

L’orchidea Globosa (Traunsteinera globosa) è un’inconfondibile e rara piccola pianta presente nei pascoli  elle Alpi. L’infiorescenza particolare è formata da tantissimi fiorellini di colore rosa ( con sfumature bianche) e  con piccole macchie violacee. E’ una specie assente al sud e sulle isole ed è facile incontrarla nei pascoli alpini fino a 2.300 m. s.l.m.…

Polmonaria angustifolia - I fiori delle Dolomiti Agordine

Pulmonaria angustifolia

La pulmonaria angustifolia è un piccolo fiore molto simile alla genziana. La Pulmonaria angustifolia  differisce dalla Pulmonaria australis per i colori dei fiori meno intensi e per l’assenza di peli sulla corolla dei fiorellini. La Pulmonaria  angustifolia e australis differiscono dalle altre specie di Pulmonaria europee per  l’assenza di macchie sulle foglie che sono lunghe…

Pulmonaria australis - I fiori delle Dolomiti Agordine

Pulmonaria australis

La pulmonaria australis è un piccolo fiore di color violetto, molto simile alla genziana. La Pulmonaria australis differisce dalla Pulmonaria angustifolia per  la peluria sulle corolle dei fiori e per il color violetto dei fiori molto più intenso. La Pulmonaria australis e angustifolia differiscono dalle altre specie di Pulmonaria europee per  l’assenza di macchie sulle…

Trifoglio giallo o Vulneraria Alpina

Trifoglio giallo o Vulneraria

La Vulneraria o Trifoglio giallo (Antillide vulneraria subsp alpestris ) è una piccola pianta d’alta quota con un’infiorescenza con tanti piccoli fiori di colore giallo, molto simile al trifoglio alpino come forma. Pensate che cresce fino a 3000 metri di quota, prediligendo substrati calcarei. La fioritura va da giugno ad agosto.

Primula orecchia d'orso - I fiori delle Dolomiti agordine

Primula orecchia d’orso

La primula orecchia d’orso ( Primula auricola) cresce tra le rocce e le pareti rocciosi delle Dolomiti ed è una delle piante caratteristiche delle Alpi. Il genere Primula, cui appartiene la specie P. auricola, conta ben 500 specie. I fiori di questa primula sono di un bel giallo intenso ed hanno un gradevole profumo; alla base…

Raponzolo di roccia

Raponzolo di roccia

Il raponzolo di roccia (Physoplexis comosa) è uno dei più famosi fiori alpini e viene chiamato anche raponzolo chiomoso. Deve il suo nome alla forma della radice, simile ad una piccola rapa. I fiori sono di colore violetto dalla forma molto particolare e caratteristica. Cresce tra le rocce, in ambienti ombreggiati. Il raponzolo di roccia…

Genziana clausii - I fiori delle Dolomiti agordine

Genziana clusii

La genziana clusii differisce dalla genzianella per l’assenza delle striature verdi all’interno della corolla, per l’angolazione dei petali ma soprattutto per  il substrato su cui cresce: la genziana clusii predilige i suoli calcarei mentre la genzianella (gentiana acaulis) i suoli silicei. La genziana  è una pianta perenne che fa parte della famiglia delle Gentianaceae, che…

Viola Biflora - I fiori delle Dolomiti Agordine

Viola gialla

La viola gialla  (Viola biflora ) vive in ambienti rupestri sopra i 1500 metri, soprattutto all’ombra. I fiori sono gialli: il petalo inferiore è caratterizzato da striature scure, mentre i petali  superiori (4)  si dispongono a “raggiera” sopra il petalo inferiore. Fioritura tra giugno ed agosto.

Ranuncolo ibrido - I fiori delle Dolomiti Agordine

Ranuncolo ibrido

Il ranuncolo ibrido ( Ranunculus Hybridus) è un fiore tipico dei prati delle Dolomiti dell’Agordino: sul gambo ci sono massimo 2 fiorellini di colore giallo. Si narra che il termine ranunculus derivi  appunto da rana, legata al fatto che questi fiori amano habitat molto umidi (anche paludosi): insomma lo stesso habitat delle rane! Fioritura da…

Valeriana montana

Valeriana montana

La valeriana montana (Valeriana montana L.) è una specie erbacea con un fusto (gambo) alto anche 70 cm. La valeriana ha un’infiorescenza a corimbo (un ombrello capovolto), cioè composta da tantissimi fiori bianco – rosati. Vive in ambienti ghiaiosi e umidi, vicino a stagni o ruscelli, e la fioritura massima si ha da maggio ad…

Pinguicola alpina - I fiori delle Dolomiti Agordine

Pinguicola Alpina

Pinguicola alpina è una pianta carnivora presente sulle Dolomiti. Le foglie di color verde chiaro hanno delle ghiandole appiccicose che servono per catturare piccoli insetti; altre ghiandole, sempre presenti sulle foglie, hanno la funzione di digerire gli insetti ricavando nutrimento per la pianta. La massima fioritura si ha nel mese di Luglio.

Rododendro - La rosa delle Dolomiti

Rododendro

Il Rododendro chiamato anche “Rosa delle Alpi” è una specie arbustiva sempreverde appartenente alla famiglia delle Ericacee. Il nome deriva dal greco ‘rhodon’ (rosa) e ‘dendron’ (albero), e significa quindi ‘albero delle rose’, da cui anche uno dei nomi comuni italiani ‘Rosa delle Alpi’. In tedesco era conosciuto anche come “Donnerblume” o “fiore di tuono” perché si pensava che…

Campanula Di Moretti – I Fiori delle Dolomiti

Il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi è stato istituito nel 1988 ed è stato incluso nelle Dolomiti Unesco nel sistema Dolomitico n.3  “Pale di San Martino – San Lucano – Dolomiti Bellunesi – Vette Feltrine”. Il simbolo del Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi è la Campanula Morettiana. Comprende i gruppi montuosi delle Alpi Feltrine (Vette…

Bucaneve I Fiori delle Dolomiti Agordine

Bucaneve – Ylenia Vassere

I Bucaneve  segnano la fine dell’inverno e l’inizio della Primavera e sono tra i primi fiorellini che troviamo sui nostri prati appena la neve si scioglie. Il nome latino del bucaneve – Galanthus Nivalis – deriva dal greco : Gala ( latte) e Anthos ( fiore); significa letteralmente fiore bianco latte. E’ un fiore resistentissimo…

Il Gallo forcello - Claudio Ghizzo

Gallo forcello

Il fagiano di monte (Lyrurus tetrix) è detto anche gallo forcello per la particolare forma curva delle penne della coda del maschio. Femmine e maschi sono molto diversi e ben riconoscibili : infatti la la femmina è più piccola e di colore misto di giallo-ruggine e bruno-ruggine con liste e macchie trasversali nere, il maschio invece  è generalmente nero,…

Scarabeo blu – Serena Scardanzan

Lo scarabeo blu. Gli scarabei fanno parte di una numerosissima famiglia di insetti che si nutre di piante, altri insetti e materia organica. Specialmente durante la primavera, se ne possono trovare in elevata quantità sulle parti più alte delle piante, nessuna esclusa, di cui sono ghiotti gli adulti, mentre le loro larve stazionano nella parte…

Cavallette alpine

Cavallette alpine – Serena Scardanzan

Cavallette alpine impegnate nella riproduzione della specie. Come si può vedere in questa foto, le cavallette hanno sviluppato una incredibile capacità di mimetismo per sfuggire ai predatori; nei pascoli di montagna aguzzando un po’ la vista se ne possono vedere moltissime. Famose per i loro balzi e per le lunghe serenate che cantano nascoste nell’erba,…

Il Capriolo (Capreolus capreolus):

Il capriolo – Serena Scardanzan

Il Capriolo (Capreolus capreolus): il capriolo è un ungulato: i maschi possiedono dei piccoli palchi costituiti da tessuto osseo che cadono ogni anno in autunno. Quì una femmina, che dopo essere andata a controllare i suoi piccoli nascosti nell’erba alta, si inoltrava nel bosco. Ci guardava sospettosa, forse preoccupata che non li andassimo a disturbare.

Cesena (Turdus pilaris) di Serena Scardanzan

La Cesena – Serena Scardanzan

La cesena è un uccello che fa parte della famiglia dei Turdidi, è leggermente più grande del merlo. Si trova nell’Europa nord orientale e nell’Asia settentrionale, nidifica circa dagli anni 60 anche in Italia sulle Alpi e migra nei paesi caldi per l’inverno. Preferisce le zone rade ai margini del bosco, dove non ci sono…

Coppia di Cervi - Claudio Ghizzo

Il Cervo

Il Principe dei Boschi Agordini, il CERVO. Simbolo della Rinascita, per i suoi PALCHI ( erroneamente chiamati corna) che ogni anno cadono e muoiono, a fine inverno…per poi RINASCERE a fine primavera, più grandi e piu’ forti. Non e’ un caso ci sia anche nel nostro logo di Agordino Dove Rinascono le Dolomiti. Fotografie di …

Il Gallo forcello - Fauna delle Dolomiti- Claudio Ghizzo

Il gallo forcello

Il fagiano di monte (Lyrurus tetrix) è detto anche gallo forcello per la particolare forma curva delle penne della coda del maschio. Femmine e maschi sono molto diversi e ben riconoscibili : infatti la la femmina è più piccola e di colore misto di giallo-ruggine e bruno-ruggine con liste e macchie trasversali nere, il maschio invece  è generalmente nero,…

Stambecco - Simone Prà

Giovane stambecco

Ehi tu… Prova a prendermi? Questa foto l’ho scattata l’anno scorso durante l’escursione che ho fatto fino al Sasso Bianco e raffigura uno stambecco femmina mentre si mette in posa dopo aver scalato le rocce ripidissime della montagna! É davvero incredibile vedere come questi animali, quando ti notano, invece di scappare, si mettano quasi in…

Fauna delle Dolomiti - Marmotta- Claudio Ghizzo

Le Marmotte

Lo sapevate che anche le marmotte vanno  in letargo? Abbassano la temperatura corporea e… diminuiscono i battiti cardiaci in risposta al rigido clima invernale! E dormono tutto l ‘ inverno in tane sottoterra o fra i sassi.. Qui vediamo una  bellissima marmotta che si gode il sole fotografata da Claudio Ghizzo

Stambecco in relax - Fauna delle Dolomiti- Claudio Ghizzo

L’età degli stambecchi

Quanti anni hai? Lo sapevate che possiamo conoscere, indicativamente, l’ età di uno stambecco contando gli “anelli” presenti sulle corna? In inverno, la loro crescita si interrompe, per poi riprendere in primavera, e si forma quel caratteristico rigonfiamento che tutti noi possiamo osservare.

Fauna delle Dolomiti - Salamandra Pezzata

La Salamandra pezzata

La salamandra pezzata (Salamandra salamandra) è un piccolo anfibio caratterizzato da corpo nero con chiazze gialle: questa colorazione tipica indica ai possibili predatori della Salamandra che non è un animale commestibile! Su tutto il corpo, infatti, sono presenti numerose ghiandole che secernono un “muco” tossico per i nemici, ma indispensabile per l’animale, in quanto garantisce…

Marmotta, Regno di Fanes

La Marmotta

Marmotta al risveglio Appena risvegliata dal lungo letargo durato tutto l’inverno, curiosa e sospettosa ma anche molto socievole. Come tutte le marmotte attendeva un pezzetto di carota di cui sono ghiotte, cibandosi prevalentemente di vegetali, bacche, licheni, muschi, radici e fiori.

Stambecco - Fauna delle Dolomiti - Claudio Ghizzo

Gli Stambecchi del Re

Lo sapevate che lo stambecco alpino si e’ quasi estinto nel 1850? Il Re Vittorio Emanuele II, nel 1856, salvò gli stambecchi, decimati dalla caccia, dando loro ospitalità nella propria Riserva Reale di Caccia del Gran Paradiso. Nel 1919, il Re d’ Italia Vittorio Emanuele III regalò  la sua Riserva di caccia a patto diventasse…

Stella Alpina I fiori delle Dolomiti agordine

Stella Alpina – Ylenia Vassere

La Stella Alpina Laeontopodium alpinum o Edelweiss Uno dei simboli delle Dolomiti, un fiorellino piccolo ma forte che in realtà è diffuso in tutto il mondo e può crescere anche sulle cime più alte. La Stella Alpina e’ un “fiore” particolare: quelli che noi, erroneamente, chiamiamo petali ( bianchi) in realtà sono piccole ” foglie”…

Anemone Alpina (Pulsatilla Alpina) diSerena Scardanzan

Anemone Alpina – Serena Scardanzan

L’Anemone Alpina fa parte delle Ranunculaceae ed è una pianta spontanea e perenne. Il nome Anemone deriva dal Greco e significa “vento”, mentre Pulsatilla viene dal latino “Pulso/Agito”, in riferimento al tremolio del fiore quando viene mosso dal vento. Fiorisce da Maggio a Giugno sopratutto sui pascoli alpini, dai 1800 ai 2400 mt.

Cinquefoglia delle Dolomiti - I Fiori delle Dolomiti Agordine

Cinquefoglia delle Dolomiti – Ylenia Vassere

E’ una piccola pianta erbacea dai delicati fiori rosati, appartenente alla famiglia delle Rosaceae. La incontriamo  su affioramenti rocciosi assolati, ghiaioni calcarei a 1500-3200m circa di quota, ma i terreni preferiti dalla “Cinquefoglia delle Dolomiti” sono quelli rocciosi della Dolomia,   in ambienti soleggiati. Fiorisce tra Luglio e Agosto Curiosità  Potrebbe essere che il nome del…

Campanula barbata bianca selvatica di Serena Scardanzan

Campanula – Serena Scardanzan

La campanula appartiene alla famiglia delle Campanulaceae, il nome viene dato dalla caratteristica forma del fiore. La campanula barbata si trova esclusivamente sulle Alpi, il suo habitat naturale è nei pascoli alpini oppure su praterie rocciose. I suoi fiori sono in genere violetti, questo bianco è l’unico esemplare che ho visto fino ad oggi.

Saponaria I fiori e le piante delle Dolomiti Agordine

Saponaria

La saponaria ( Saponaria officinalis)  fiorisce a grappoli ( i fiori possono essere sia rosa che bianchi), da giugno a settembre. Pensate che i fiorellini si aprono di sera! Crea dei meravigliosi cespugli, anche di grandi dimensioni, lungo pendii e scarpate fino circa a 1600 metri. La saponaria deve il suo nome alle proprietà detergenti…

La Ra Gusela e i rododendri di Ylenia Vassere

La fioritura del Rododendro sul passo Giau – Ylenia Vassere

La Ra Gusela e la Tofana di Rozes  sul passo Giau e una bellissima pianta di rododendro. Il Rododendro chiamato anche “Rosa delle Alpi” è una specie arbustiva sempreverde appartenente alla famiglia delle Ericacee. Il nome deriva dal greco ‘rhodon’ (rosa) e ‘dendron’ (albero), e significa quindi ‘albero delle rose’, da cui anche uno dei nomi comuni italiani ‘Rosa…

Rododendro nano o cistino (Rhodothamnus chamaecistus) di Serena Scardanzan

Rododendro nano o cistino- Serena Scardanzan

Il Rododendro nano o  cistino (Rhodothamnus chamaecistus) anche chiamato Camecisto è un piccolo arbusto sempreverde che si trova sui pendii rocciosi alpini, tra le rocce, preferendo substrati carbonatici. Fa parte della famiglia delle Ericaceae e i fiori sono di colore rosa, inconfondibili tra i fiori delle Dolomiti : formano tappeti fioriti davvero spettacolari. Fiorisce da…

Giglio candido di Serena Scardanzan

Giglio Candido – Serena Scardanzan

Il Giglio candido  anche chiamato Giglio della Madonna o di Sant’Antonio è il più noto e venerato in Europa, sin dai tempi antichi. Era il fiore delle Dee Afrodite, Venere, Diana, e nell’età cristiana divenne il simbolo della purezza della Vergine Maria. All’inizio dell’estate lo si può vedere nei nostri prati, è una pianta bulbosa…

di Concordia (Dactylorhiza maculata/Orchis maculata) di Serena Scardanzan

Concordia – Serena Scardanzan

Concordia (Dactylorhiza maculata/Orchis maculata): La Concordia è una pianta erbacea spontanea appartenente alla famiglia delle Orchidiaceae. La sua inflorescenza è composta da fiori raccolti in dense spighe, ed i suoi fiori sono resupinati, ovvero ruotati sottosopra. Si trova facilmente nei luoghi soleggiati delle pianure e colline, ma non è difficile trovarla anche nel sottobosco o…

L'Arnica montana di Serena Scardanzan

Arnica Montana – Serena Scardanzan

L’arnica montana è una pianta medicinale (velenosa se ingerita) della famiglia delle Asteraceae, anch’essa presente sui pascoli alpini, ha il suo caratteristico colore giallo arancio ed i petali spettinati, oltre al suo inconfondibile profumo. L’Arnica cresce nelle zone montane fino a 2500 metri ed è completamente assente in pianura. Anch’essa rientra nelle specie protette.