Image by Oleksandr Pyrohov from Pixabay

Image by Oleksandr Pyrohov from Pixabay

 

 

Sciare sulle Dolomiti Agordine 

 

L’Agordino è un vasto territorio ricco di pendenze perfette per praticare lo SCI D’ALPINISMO oltre alle famosissime piste dei comprensori del DOLOMITISUPERSKI ma anche di luoghi perfetti per lo SCI NORDICO e per vacanze con i bambini con le numerose piste a loro dedicate.

 

Alleghe CIVETTA Dolomiti Superski

Arabba comprensorio Arabba/Marmolada

La Valle Agordina (sci Nordico) 

Falcade comprensorio Alpe Lusia/San Pellegrino

Forcella Aurine – Gosaldo Piste da sci perfette per famiglie e bambini – sci Nordico

Malga Ciapela comprensorio MARMOLADA Dolomiti Superski

Pieve di Livinallongo comprensorio MARMOLADA Dolomiti Superski

Rocca Pietore  comprensorio MARMOLADA Dolomiti Superski

Selva di Cadore comprensorio CIVETTA Dolomiti Superski

 

S. Antonio di Padova – protettore dei bambini e degli oggetti smarriti

Antonio di Padova nacque a Lisbona (Portogallo) nel 1195 e morì a Padova il 13 giugno del 1231: nacque con il nome di Fernando ed è famoso in Portogallo, sua terra natia, come Antonio di Lisbona, mentre in Italia ha preso il nome della città in cui è deceduto San Antonio di Padova. San Antonio…

Trekking Dolomitico con Lucia Sottil

Per organizzare le vostre escursioni con Lucia, potete contattarla sulla sua bellissima pagina Facebook   -> Lucia Sottil trekking ( in cui troverete splendide fotografie di fiori e incredibili panorami )  oppure via mail a luciabisola@gmail.com o al cellulare   347.5179001  

Angela a colori, un’artista di talento

Oggi parliamo di Angela Da Ronch agordina doc nata ad Agordo e ora trasferita in quel di Oderzo (TV). Angela ha sempre avuto una grande passione per il disegno e la grafica, ha studiato in questo settore e lavora tutt’ora in questo campo, ma quello che davvero abbiamo scoperto e ci ha stupito piacevolmente è…

Bivacco Menegazzi

Bivacco MENEGAZZI  –  Inconfondibile per la testa delle travi esterne dipinte di bianco! Il Bivacco Menegazzi, sempre Aperto (6 posti letto) si trova in località Pian Lonch in comune di Gosaldo (1.737 m), immerso nelle Pale di San Martino bellunesi, Dolomiti UNESCO. Facilmente raggiungibile da Sarasin (Gosaldo) seguendo il sentiero CAI n.720. Seguendo poi il…

Percorso Tematico Nella Natura “Il Sogno di Gioacchino Seggiolaio” a Forcella Aurine

20 Giugno a Forcella Aurine alle ore 10.45 inaugurazione del percorso tematico “Il Sogno di Gioacchino Seggiolaio” Il Comune di Gosaldo  presenta il 20 Giugno a Forcella Aurine alle ore 10.45 il nuovo percorso-gioco realizzato da Crea Parchi, dedicato ai bambini e alle famiglie : la caccia al tesoro per i bambini, tante curiosità sulla…

Cardo montano o zampa d’orso

Il cardo montano o zampa d’orso ( Cirsium erisithales) appartiene alla famiglia delle Asteracee. Il cardo  ha un’altezza variabile da 50 a 80 cm ed è facilmente visibile in mezzo ai prati: è anche riconoscibile per i caratteristici fiori.  

Primula orecchia d’orso

La primula orecchia d’orso ( Primula auricola) cresce tra le rocce e le pareti rocciosi delle Dolomiti ed è una delle piante caratteristiche delle Alpi. Il genere Primula, cui appartiene la specie P. auricola, conta ben 500 specie. I fiori di questa primula sono di un bel giallo intenso ed hanno un gradevole profumo; alla base…

Raponzolo di roccia

Il raponzolo di roccia (Physoplexis comosa) è uno dei più famosi fiori alpini e viene chiamato anche raponzolo chiomoso. Deve il suo nome alla forma della radice, simile ad una piccola rapa. I fiori sono di colore violetto dalla forma molto particolare e caratteristica. Cresce tra le rocce, in ambienti ombreggiati. Il raponzolo di roccia…

Genziana clusii

La genziana clusii differisce dalla genzianella per l’assenza delle striature verdi all’interno della corolla, per l’angolazione dei petali ma soprattutto per  il substrato su cui cresce: la genziana clusii predilige i suoli calcarei mentre la genzianella (gentiana acaulis) i suoli silicei. La genziana  è una pianta perenne che fa parte della famiglia delle Gentianaceae, che…

Viola gialla

La viola gialla  (Viola biflora ) vive in ambienti rupestri sopra i 1500 metri, soprattutto all’ombra. I fiori sono gialli: il petalo inferiore è caratterizzato da striature scure, mentre i petali  superiori (4)  si dispongono a “raggiera” sopra il petalo inferiore. Fioritura tra giugno ed agosto.

Ranuncolo ibrido

Il ranuncolo ibrido ( Ranunculus Hybridus) è un fiore tipico dei prati delle Dolomiti dell’Agordino: sul gambo ci sono massimo 2 fiorellini di colore giallo. Si narra che il termine ranunculus derivi  appunto da rana, legata al fatto che questi fiori amano habitat molto umidi (anche paludosi): insomma lo stesso habitat delle rane! Fioritura da…

Valeriana montana

La valeriana montana (Valeriana montana L.) è una specie erbacea con un fusto (gambo) alto anche 70 cm. La valeriana ha un’infiorescenza a corimbo (un ombrello capovolto), cioè composta da tantissimi fiori bianco – rosati. Vive in ambienti ghiaiosi e umidi, vicino a stagni o ruscelli, e la fioritura massima si ha da maggio ad…

Marco Tormen – Kart KZ2 – Siena

Tormen Marco – Un terzo (Race 1) ed un primo (Race 2) posto nelle gare al Circuito di Siena del Campionato Italiano Aci Karting  (quarta prova) per il nostro campione kart agordino. Ricordiamo che quest’anno Marco ha cambiato colori di scuderia passando al https://www.modenakart.com/it/. Nella classifica KZ2 della race 1, Marco Tormen, ha conquistato il…

Il frassino di Frassenè

Il Frassino secolare (Fraxinus excelsior L.) si trova nel cortile della scuola materna del comune di Frassenè Agordino, a 1080 m. L’altezza è di circa 17 metri e la circonferenza di circa 3.5 m; l’età presunta è tra i 150 e i 180 anni. Come arrivare Dalla SS203 Agordina ad Agordo si seguendo le indicazioni…

Il pino di Noach

Il pino silvestre (Pinus sylvestris L.) si trova in località piano i Noach (La Valle Agordina) a 610 m. L’altezza è di circa 17 metri e la circonferenza di circa 2.90 m; l’età presunta è tra i 150 e i 180 anni. Come arrivare Dalla SS203 Agordina, salendo verso Agordo, appena dopo il centro minerario…

Il pero de le Ronche

Il pero (Pyrus communis) si trova in località Ronche (La Valle Agordina) a 700 m. L’altezza è di circa 17 metri e la circonferenza di circa 2.72 m; l’età presunta è di 250 anni. L’albero fu piantato nei decenni successivi alla grande alluvione che colpì l’intero territorio di La Valle Agordina all’ inizio del ‘700.…

Il faggio del Pradusel

Il maestoso faggio (Fagus Sylvatica L.) si trova in località Pradusel (La Valle Agordina) a 1350 m. L’altezza è di circa 20 metri e la circonferenza di  circa 4.20 m; l’età presunta è tra i 250 e i 300 anni. Come arrivare Si può seguire il sentiero 541 che parte appena prima della galleria dei…

L’acero di Canazei

L’acero montano (Acer pseudoplatanus) si trova in località Canazei (Colle Santa Lucia) a 1490 m. L’altezza è di circa 17 metri e la circonferenza di  circa 3,73 m; l’età presunta indicata è plurisecolare. Come arrivare Partendo al paese di Colle Santa Lucia si sale verso la frazione di Canazei. A margine della mulattiera troviamo il…

Il larice di La Freina

Il larice (Larix decidua Miller.) si trova in località La Freina (Colle Santa Lucia) a 1840 m. L’altezza è di circa 25 metri e la circonferenza di  circa 4.64 m; l’età presunta tra i 300 e i 350 anni. Come arrivare Seguendo la SS 203 Agordina, superato il piccolo abitato di Collaz (a sinistra) e…

Il ciliegio di Larzonei

Il ciliegio (Prunus avium L.) si trova a Col di Larzonei (Livinallongo del Col di Lana) a 1665 m. L’altezza è di circa 10 metri e la circonferenza di  circa 3.50 m; l’età presunta tra i 130 e i 150 anni. Come arrivare Seguendo la SS 203 Agordina, superato il piccolo abitato di Collaz (a…

Il Tiglio di Lagusello

Il Tiglio (Tilia plathyphyllos) si trova nella località Pian di Lagusello (Alleghe), ad un altitudine di 1260 m. L’altezza è di circa 22 metri e la circonferenza circa 3,30 m; indicato come plurisecolare. Come arrivare Superato l’abitato di Alleghe, all’altezza della frazione di Santa Maria delle Grazie, si svolta a destra seguendo le indicazioni per…

L’abete rosso del Carducci

L’Abete rosso (Picea excelsa) si trova nella localoità Pian di Lagusello (Alleghe), ad un altitudine di 1428 m. L’altezza è di circa 30 metri e la circonferenza circa 3,40 m; l’età presunta circa 400 anni. Si narra che Carducci durante questa bella passeggiata si fosse riposato proprio all’ombra dello splendido abete rosso secolare di circa…

Il faggio di Lagusello

Il maestoso Faggio (Fagus Sylvatica L.) è situato su un piccolo colle  vicino ad gruppo di case nella frazione di Lagusello (Alleghe) a 1268 m. L’altezza è di circa 18 metri e la circonferenza di  circa 6.30 m; l’età presunta tra i 200 e i 220 anni. Vicino al Faggio vi sono numerosi tigli, di…

Pinguicola Alpina

Pinguicola alpina è una pianta carnivora presente sulle Dolomiti. Le foglie di color verde chiaro hanno delle ghiandole appiccicose che servono per catturare piccoli insetti; altre ghiandole, sempre presenti sulle foglie, hanno la funzione di digerire gli insetti ricavando nutrimento per la pianta. La massima fioritura si ha nel mese di Luglio.

Rododendro

Il Rododendro chiamato anche “Rosa delle Alpi” è una specie arbustiva sempreverde appartenente alla famiglia delle Ericacee. Il nome deriva dal greco ‘rhodon’ (rosa) e ‘dendron’ (albero), e significa quindi ‘albero delle rose’, da cui anche uno dei nomi comuni italiani ‘Rosa delle Alpi’. In tedesco era conosciuto anche come “Donnerblume” o “fiore di tuono” perché si pensava che…

Trifoglio alpino

Il trifoglio alpino (Trifolium alpinum) ha una splendida infiorescenza con tanti piccoli fiori (6 – 15)  di color rosso porpora. Fiore originario delle Alpi, da cui il nome, fiorisce tra i mesi di giugno e agosto tra i 1500 e i 2500 m. s.l.m.

La Villa Crotta de’ Manzoni di Agordo

Un riassunto da “La Villa Veneta Crotta De’ Manzoni di Agordo” di Ave Morassi e Maria Del Din Dall’Armi  e del Circolo Culturale Agordino 1985   La bella villa Crotta De’ Manzoni di Agordo è la villa veneta più settentrionale della provincia di Belluno. E’ un complesso architettonico che si è evoluto nel corso di più…

DOLOMITI FILM FESTIVAL

27-30 maggio ’21 – I° edizione Festival internazionale cinema Natura, ambiente, montagna Alleghe – Falcade (Belluno) L’Unione Montana Agordina, cuore pulsante della montagna bellunese, costituita da sedici Comuni sovrastati da montagne simbolo delle Dolomiti come Marmolada, Civetta e Focobon, danno il benvenuto alla prima edizione del Dolomiti Film Festival, che si svolgerà tra Alleghe e…

El troi de le Iàl – Il sentiero delle carbonaie

A Cencenighe Agordino, oltre al lavoro degli scalpellini, erano famosi i “carbonai” cioè coloro che producevano carbone vegetale tramite combustione della legna. Ricordiamo che fino agli inizi del ‘900 il carbone era molto richiesto in Agordino, sia per le fucine che lavoravano i  minerali sia per le Miniere di Valle Imperina. Di tale attività, abbandonata…

Carte topografiche per Escursionisti

CARTINE … AMICHE FONDAMENTALI PER LE NOSTRE VACANZE! Ok, l’abbiamo capito, in Agordino le attività che si possono organizzare sono davvero tantissime, ma, specie se vogliamo muoverci in maniera autonoma, è fondamentale poter contare su di un supporto insostituibile: la CARTOGRAFIA ESCURSIONISTICA! Siamo fortunatissimi, qui nelle Alpi orientali, abbiamo una casa che produce carte di…

TREKKING NEL MAGICO REGNO DI CASTELLO

In attesa del tanto desiderato sole, ecco alcune mie proposte per l’estate TREKKING NEL MAGICO REGNO DI CASTELLO! Giornata di trekking in un ambiente spettacolare, tra boschi di pino cembro e larice, laghetti di alta quota, circondati da un panorama che spazia dal Civetta al Sassongher con la presente costante del Setsass! Alla scoperta della…

Zipline Civetta

Apertura 19 Giugno 2021 – dalle 10.00 alle 18.00 Zipline Civetta è un’attrazione unica ed adrenalinica, situata nella frazione di Celat a  San Tomaso Agordino, un piccolo comune nel cuore delle Dolomiti Agordine. La  Zipline Civetta consiste in un percorso di 1.6 km suddiviso in 2 tratte, grazie alle quali potrete sorvolare le frazioni di…

Mostra di pittura di Dunio Piccolin

Dal 1 al 15 agosto, il piccolo villaggio di Palue (Rocca Pietore) ospiterà una mostra di pittura dell’Artista Dunio Piccolin. Info Antico Borgo di Palue Loc. Palue 32023 Rocca Pietore Telefono: (0039) 0437 722277 info@marmolada.com

Mostra – La donna custode di memorie

Dal 1 luglio al 30 agosto, il piccolo villaggio di Palue (Rocca Pietore) ospiterà una mostra sulla storia dei villaggi dimenticati di Albe, Valier e lo stesso Palue. Info Antico Borgo di Palue Loc. Palue 32023 Rocca Pietore Telefono: (0039) 0437 722277 info@marmolada.com

Mostra – La Fienagione nelle Dolomiti

Dal 15 Luglio fino al 5 Agosto Mostra  La fienagione nelle Dolomiti , al secondo piano della casa delle Regole (Via Tancon, 18, 32020 Canale D’agordo BL). Info www.musal.it +39 0437 194 8001

Mostra – Le regole della Val Biois

Dal 1 Luglio fino al 31 Agosto Mostra “Le regole della Val del Biois” presso la casa delle Regole a Canale d’Agordo (Via Tancon, 18, 32020 Canale D’agordo BL) Info :www.musal.it +39 0437 194 8001

MTB Guides Arabba

MTB GUIDES ARABBA A.S.D. FODOM BIKE – Via Soraru Livinallongo del Col di Lana 32020 BELLUNO +393336222952 +393471063719 Mail: guidearabba@gmail.com www.dolomitesbike.com

Fodom Cycling

MOUNTAIN BIKING around Dolomites based in Fodom Valley -mtb tour -bike park -bike school : Francesco Monaco e Francesco De Bortoli, 2 guide certificate di Mtb e Road Bike. Contatti  349 865 0110 oppure fodomcycling@gmail.com. Ci trovate anche su Facebook e Instagram!  

Agordino Bike Guides

Contatti 338 986 9980 oppure Invia un messaggio a agordinobikeguides@gmail.com. Facebook

Agordino – Ferrate a portata di bambino

Ferrate in famiglia! Perchè non provare tutti insieme l’emozione di vestire un’imbracatura, attaccarsi con i moschettoni ad un cavo, allacciare correttamente il casco ed avventurarsi insieme lungo una parete dolomitica? Questa attività meravigliosa, che proprio in Dolomiti trova la sua culla, vede qui in Agordino una serie di percorsi adatti anche ai bambini! Vediamo una…

Ferrata Sass de Rocia – Laste

E’ davvero la ferrata più facile dell’Agordino, per lunghezza, per la quota limitata a cui si trova e  per il veloce avvicinamento. Malgrado ciò, non rinuncia a proporre alcuni tratti verticali che si superano con un paio di scalette, un paio di ponticelli ed alcune sezioni in cui si può iniziare a “gustare” la sensazione…

Ferrata Bepi Zac

Per la prima volta espatriamo dall’Agordino in senso stretto per raggiungere addirittura il Trentino, infatti Passo San Pellegrino, sebbene intimamente connesso a Falcade è già territorio extra regionale. Poco importa: si raggiunge da Falcade in auto in pochi minuti ed è quindi un punto di riferimento irrinunciabile per la proposta turistica agordina! D’estate uno dei…

Ferrata Stella alpina – Agnèr

La ferrata Stella apina è una delle vie di accesso alle pareti dell’ Agnèr. Le indicazioni per la via ferrata si trovano poco lontano dal Rifugio Scarpa – Gurekian: si raggiunge Malga Losch e poi si prosegue a sinistra ( a destra si prosegue per il sentiero naturalistico F. Miniussi). Punto di appoggio il bivacco…

Trekking al Rifugio Scarpa – Gurekian

Il Rifugio Scarpa è situato a 1735 metri, alle pendici meridionali dell’Agner, la montagna famosa per la sua parete Nord che con 1.500 metri di dislivello si contende il primato di parete più alta delle Alpi insieme alla Est del Rosa ed alla Nord dell’Eiger. Il rifugio è di proprietà della Sezione Agordina del CAI…

Falesia Renè De Pol all’Averau

Una nuova parete attrezzata per l’arrampicata sportiva ha visto la luce nel maggio 2020 ai piedi della parete sud dell’Averau! La storia è un po’ particolare: nell’estate di due anni fa, Giorgio Peretti, guida alpina veneziana, classe ’41, Valerio, anch’egli guida alpina venziana (in realtà metà mestrino …) e Mattia al tempo 11enne, vanno a…

Arrampicare in famiglia

Arrampicare… in Famiglia in Agordino!!! Certo, perchè, se il vostro amore è la roccia, qui in Agordino e dintorni non ci sono solo le ferrata, ma anche tantissime pareti naturali perfettamente attrezzate per scalare! E così potrete scegliere tra gli oramai consolidati appuntamenti per bambini e ragazzi presso il Parco Laghetti di Frassenè, dove, durante…

Ferrate in Agordino – Consigli pratici

Siamo fortunati, le Dolomiti sono la culla della vie ferrate, percorsi che, grazie al supporto più o meno costante di un cavo d’acciaio, permettono di vivere l’emozione delle grandi pareti. Civetta, Marmolada, Tofane, Moiazza, Agner, Sella … una quantità incredibile di vette possono essere raggiunte grazie ad una semplice attrezzatura: casco, imbrago e kit da…

Valle di Garés

La valle di Gares è una valle chiusa che si inoltra per quasi sette chilometri nelle Pale di San Martino. L ‘imponente massiccio delle Comelle abbraccia la valle e rappresenta la sorgente del  Rio delle Comelle o  torrente Liera , che attraversa tutta la valle di Gares per  gettarsi nel torrente Biois all’altezza dell’ abitato…

Il passo Fedaia

Il passo Fedaia mette in comunicazione l’Agordino (più precisamente il comune di Rocca Pietore) con la Val di Fassa. Il lago Fedaia, che si trova sul vasto pianoro alla sommità del passo, è artificiale ed è stato costruito nel 1950 per la produzione di energia elettrica.   Il passo Fedaia è famoso per essere stato…

San Tomaso Agordino – Dolomiti in Miniatura

Lungo il sentiero delle Dolomiti in miniatura, dalla frazione di Pianezze verso Forcella San Tomaso, si possono vedere le bellissime sculture su roccia dedicate alle Dolomiti –  Patrimonio Mondiale Unesco. Il sentiero delle Dolomiti in miniatura è promosso dall’Amministrazione comunale di San Tomaso Agordino (Belluno), ed è patrocinato dalla Fondazione Dolomiti Unesco con la sezione…

Estate tra le Dolomiti Agordine

 VACANZA ECOSOSTENIBILE A MISURA DI FAMIGLIA Il turismo sostenibile è un tipo di turismo che pone attenzione al rapporto tra attività turistica e territorio, per tutelare la natura ma anche gli stessi abitanti delle comunità, in modo tale da preservare gli equilibri esistenti : un turismo che mira a soddisfare l’economia locale, incentivando i produttori e…

AGORDO Mostra archeologica EL CANAL DE AGORT da San Gottardo a Pont del Cristo

EL CANAL DE AGORT – La mostra archeologica ad Agordo dedicata alle scoperte del canale dal Mas di Sedico ad Agordo Il Museo mineralogico e paleontologico di Agordo ospita una interessantissima raccolta di reperti tra cui i vasi ritrovati a Pont del Cristo e la bellissima fibula-spilla rinvenuta in Campo dei Fiori ad Agordo. I…

Marco Tormen – Kart KZ2 – Jesolo

Un Primo ed un secondo posto nelle gare a Jesolo – Pista Azzurra del Campionato Italiano Aci Karting per il nostro campione kart agordino Marco Tormen. Ricordiamo che quest’anno Marco ha cambiato colori di scuderia passando al https://www.modenakart.com/it/. Nella classifica KZ2 della gara 1, Marco Tormen, in Pista Azzurra, ha conquistato la vittoria (con un…

Il progetto della ferrovia da Belluno a Cortina che passa per l’Agordino

  Il progetto di una ferrovia da Belluno a Cortina lungo la Valle del Cordevole Vi presentiamo il progetto dell’architetto Stefano Dell’Osbel per la ferrovia per collegare Belluno a Cortina passando per l’Agordino ed esattamente per la Val Cordevole. Il progetto avrebbe un fine turistico ma anche logistico per le popolazioni stesse delle vallate agordine…

Baita – Bivacco Papa Giovanni Paolo I

Sotto le Cime d’Auta (gruppo della Marmolada), precisamente sotto la Cima grande d’Auta , comune di Canale d’Agordo, al limite del bosco, scorgerete questa piccola baita, opera degli anni ’70  del gruppo “Crodaioli dell’ Auta”. Il bivacco offre 6 posti letti all’interno e acqua nelle vicinanze, sempre aperto per dare rifugio durante le ascensioni alle…

Il secolare Nonno Faggio di La Valle Agordina

“Nonno Faggio” è uno degli alberi secolari dell’Agordino e si trova nella località di Pradusel a La Valle Agordina a 1354 metri di quota. È così vecchio che era già a Pradusel durante il periodo di Napoleone! Non si sa precisamente l’età ma si può ipotizzare all’incirca 220 anni se non di più ed è…

Lago Caladora

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram Lago Caladora (Pale San Martino), sulle rocce della Formazione di Werfen ( Membri di Campill e Badia). Caladora lake (Pale di San Martino, Dolomites) in the Werfen Formation. Altre curiosità del Proff. Bertini quì

Val Civetta

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram Val Civetta con gli estesi apparati morenici ai piedi del Col Rean, con il Rifugio Tissi nel cerchietto. Civetta valley with moraines ( Agordino, Dolomiti bellunesi) Altre curiosità del Proff. Bertini quì

Bucaneve – Ylenia Vassere

I Bucaneve  segnano la fine dell’inverno e l’inizio della Primavera e sono tra i primi fiorellini che troviamo sui nostri prati appena la neve si scioglie. Il nome latino del bucaneve – Galanthus Nivalis – deriva dal greco : Gala ( latte) e Anthos ( fiore); significa letteralmente fiore bianco latte. E’ un fiore resistentissimo…

FALCADE – Museo Augusto Murer

MUSEO AUGUSTO MURER Lo studio-museo è già di per se un’opera da ammirare e visitare : fu progettato e realizzato nel 1972 dall’architetto Giuseppe Davanzo, in mezzo ai boschi a Molino di Falcade. Dopo la morte dell’artista nel 1985, l’atelier è diventato un luogo d’incontri di grandi autori. Il museo Augusto Murer – Falcade Nel…

CENCENIGHE AGORDINO – Museo degli scalpellini

Museo degli scalpellini – Cencenighe Agordino Pochi di voi lo sanno, ma a Cencenighe è possibile visitare un museo a cielo aperto: Gli scalpellini di Cencenighe. Nei tempi antichi i cosidetti “Taiapiera” (tagliapietra), cioè coloro che dai grossi massi di Dolomia ( del Serla)  riuscivano a ricavare blocchi più piccoli, salivano ai “Mesaroz”. La zona…

RIVAMONTE AGORDINO – Museo dei Seggiolai “I Careghete”

Il museo dei Seggiolai  “i Careghete”  è un piccolo ma interessante museo dedicato all’antica tradizione del mestiere del Seggiolaio, il“Conza o Caregheta” in dialetto locale, sito presso l’ex edificio scolastico di Tos, una frazione di Rivamonte Agordino. Rivamonte è uno dei paesi, insieme a Gosaldo e Tiser, da cui ogni anno stagionalmente ( dopo l’Epifania e…

TAIBON AGORDINO – Museo Etnografico

La Casa Museo di Taibon Agordino ha sede nella piazzetta al centro del paese a fianco del Municipio, ed è stata ricavata da una abitazione dei primi del novecento detta “la casa della Maria del Pacifico”. La parete principale è stata impreziosita da uno splendido dipinto murale, che rappresenta uno spaccato di vita quotidiana, realizzato…

CANALE D’ AGORDO – Museo Albino Luciani – Papa Giovanni Paolo I

Il Museo dedicato ad Albino Luciani, diventato Papa sotto il nome di Giovanni Paolo I,  il 26 agosto 1978, il cui pontificato a Roma durò, come ben tutti sanno, solo 33 giorni. Albino nacque a Forno Canale ( così si chiama il paese di canale d’Agordo fino al 1964) il 17 ottobre 1912 e la…

AGORDO – Museo di geologia, paleontologia e mineralogia delle Dolomiti agordine

Il Museo di geologia, paleontologia e mineralogia delle Dolomiti agordine si trova all’ “’ex macello” di Agordo (edificio a due piani interamente dedicati al Museo) E’ presente una collezione di minerali che sfiora i 3000 pezzi; per la parte mineralogica interessanti i minerali “industrialli” provenienti sia dalle miniere italiane che estere. Particolare attenzione ai minerali…

SELVA DI CADORE – Museo Vittorino Cazzetta

Il Museo  è dedicato a Vittorino Cazzetta, la cui collezione personale di fossili fornì la base per l’esposizione e  l’apertura del Museo nel 1982. Successivamente, nel 1987,  venne ritrovata una sepoltura del Mesolitico di  Valmo –  l’Uomo di Mondeval, sugli altipiani di Mondeval de Sora,  sopra Selva di Cadore, in Val Fiorentina. Ora una Parte…

LIVINALLONGO DEL COL DI LANA – Ossario Austro-Germanico della Prima e Seconda Guerra Mondiale

Nei pressi dello spettacolare Passo Pordoi che collega la Valle del Cordevole con la Val di Fassa si trova dal 1959 un sacrario germanico in memoria dei caduti austro-tedeschi della Grande Guerra. https://www.arabba.it/it/attivit%C3%A0/ossario-austro-germanico-della-prima-e-seconda-guerra-mondiale/17-64862.html  

LIVINALLONGO DEL COL DI LANA – Museo Etnografico Ladino

Museo con una parte dedicata agli usi, costumi e tradizioni del bellissimo territorio ladino di Livinallongo del Col di Lana, una parte alla natura , una al territorio e la sua gestione ( molto simile a quella dei masi dell’Alto Adige), non meno importante una parte sul Castello di Andraz e una sulla Grande Guerra…

LIVINALLONGO DEL COL DI LANA – Museo della Prima Guerra Mondiale – Col di Lana

Museo con Mostra fotografica con scatti fatti dai soldati di entrambe i fronti, oltre 3.000 cimeli esposti e fedeli riproduzioni delle baracche da trincea. Museo della Prima Guerra Mondiale – Col di Lana Strada Dolomites, 2, 32020 Livinallongo del col di lana (BL) Località Passo Pordoi c/o partenza Funivia Sass Pordoi https://www.arabba.it/it/attivit%C3%A0/museo-della-prima-guerra-mondiale-col-di-lana/17-52347.html  

CANALE D’AGORDO – Il giardino della Memoria

Il Giardino della Memoria è un monumento ai Caduti e Dispersi della Campagna di Russia degli anni 1941-1943.  Si trova a Canale d’Agordo poco lontano dalla piazza. L’ entrata è libera  con possibilità di parcheggio nelle vicinanze. Giardino della Memoria  Info Via Lotta, 32020 Canale d’Agordo (BL)

CANALE D’AGORDO – Museo Latteria di Feder

La Latteria museo di Feder, frazione di Canale d’Agordo, è una vecchia latteria aperta a fine ‘800 e chiusa nel 1973. Ora è diventata un piccolo museo nel quale si trova l’attrezzatura che veniva utilizzata per la lavorazione del formaggio, del burro e della ricotta. Molto interessante da visitare per conoscere un po’ di storia…

LIVINALLONGO DEL COL DI LANA – Il Sacrario di Salesei – Ivan Cagnati

Il Sacrario di Salesei è considerato uno dei più importanti monumenti dedicati alla prima guerra mondiale ed è stato inaugurato nel 1938. Si trova nel comune di Livinallongo e raccoglie le salme dei caduti italiani nei tanti piccoli cimiteri militari costruiti a ridosso della prima linea realizzati in periodo di guerra nel settore del Col…

GOSALDO – Museo Etnografico e del Seggiolaio

Il Museo Etnografico e del seggiolaio di Gosaldo fa scoprire le attività svolte nel passato: l’allevamento del bestiame con conseguente produzione di prodotti lattiero – caseari, la lavorazione di metalli e del legno e, infine, l’attività del seggiolaio (kontha) e la loro successiva emigrazione verso l’estero, a cui seguì l’invenzione del loro linguaggio segreto per…

FALCADE – Museo Privato Grande Guerra – Park Hotel Arnica

I proprietari del Park Hotel Arnica nel corso degli anni, hanno raccolto importanti reperti delle Grande Guerra e ora danno la possibilità di poterli vedere all’interno del Park Hotel. Visitabile tutto l’anno su prenotazione  0437.599523 Museo Privato Park Hotel Arnica sito www.parkhotelarnica.it Loc. Canes 32020 Falcade (BL) email arnica@dolomiti.com

LIVINALLONGO DEL COL DI LANA – Il Museo del Castello di Andraz

Il castello di Andraz  si trova nella frazione Castello, nel territorio comunale di Livinallongo del Col di Lana ed è il simbolo della Valle di Livinallongo. Il nome ladino è Ciastel da Andrać , in tedesco Schloss Buchenstein. La sua caratteristica  è la particolare struttura architettonica, dovuta al fatto che era stato edificato intorno all’anno 1000 su uno…

AGORDO – Museo-La via della Dolomia

Ad Agordo è stato inaugurato il nuovo interessantissimo percorso sulla geologia delle Dolomiti che fa parte del Progetto “La via della Dolomia: il viaggio della roccia nelle Alpi Dolomitiche” Sentiero tematico “Cento passi nella geologia delle Dolomiti” Nel cortile dell’Istituto Follador di Agordo è stata creata una stazione geoturistica che ci permette di compiere “una passeggiata…

En giro par Celat di S. Tomaso Agordino – Ottavio Rossi

Una galleria di immagini della bellissima esposizione all’aperto delle riproduzioni artistiche di Ottavio Rossi tra le architetture di montagna a  S. Tomaso Agordino, precisamente nella frazione di Celat (agosto 2020).

Augusto Murer

Augusto nasce nel 1922 a Falcade (Belluno). Frequenta la scuola d’Arte di Ortisei sotto la direzione del Maestro Li Rosi. Sarà la conoscenza e la collaborazione a Venezia nel 1943 con Arturo Martini che influenzeranno il suo stile in maniera decisiva. Per Murer quella parentesi sarà fondamentale per lo sviluppo del proprio linguaggio e per…

Molin de i Padre – Val Fiorentina

Il Molin de i Padre si trova in Val Fiorentina – Selva di Cadore, più precisamente nella frazione di Toffol. Quì, solo cent’anni fa, funzionavano ben sette macchine idrauliche grazie al torrente Loschiesuoi ,che passa proprio in prossimità del mulino: quattro di queste macchine furono portate via dalla frana del 1917. Tra questi c’era il…

L’uomo e l’Agner

Il gigante di pietra Agner vide l’uomo per la prima volta nel 1875. Lasciò passare, sulle sue alte pareti, Cesare Tomè, Martino Gnech e Tommaso Dal Col.

Cerva – Claudio Ghizzo

Lo sapevate che un cervo può mangiare fino a 15 kg di vegetali al giorno?

Il Pelmo – Roberto Soramaè

Spesso pubblichiamo il monte Pelmo… Ricordiamo però, che e’ solo visibile dall’ Agordino!! Se vogliamo essere precisi, il monte Pelmo è diviso tra 3 comuni: Val di Zoldo  Borca di Cadore e Vodo di Cadore. ⠀ Diamo ai nostri cugini Zoldani e Cadorini, quel che geograficamente spetta loro! ⠀

Il bombo

Lo sapevate che i bombi hanno dei cestini sulle zampe per raccogliere il polline dai fiori?

Il Passo Giau

Passo Giau Il Passo Giau mette in comunicazione l’ Agordino, precisamente i comuni di Colle S.Lucia e Selva di Cadore, con la Val Boite (Cortina e S. Vito di C.). E’ indubbiamente uno dei passi più belli e fotografati delle Dolomiti, la Ra Gusela, i Lastoi de Formin, l’Averau, il Civetta, la Marmolada e tutte…

La Leggenda del Passo Falzarego

Il nome Passo Falzarego deriva dalle Leggende ladine del Regno di Fanes. Il Popolo di Fanes, abitava in tranquilita’ questi luoghi ed era alleato con il Popolo delle Marmotte, che abitava nel sottosuolo.

C’erano una volta… le Regole in Agordino

Le Regole in Agordino erano antiche istituzioni ( con un proprio statuto) nate nel Medioevo: i capifamiglia,  proprietari in modo collettivo dei beni fondiari, gestivano, infatti, prati, pascoli e boschi della comunità (patrimonio collettivo) in piena autonomia rispetto alla Serenissima Repubblica di Venezia. Il territorio Agordino, erano un tempo suddivisi in Soprachiusa (10 Regole) e…

Latteria di Montagna

  Nel 1872, per impegno e testardaggine di Don Antonio Della Lucia nacque la Prima Latteria Cooperativa d’ Italia, a Forno di Canale (oggi Canale d’Agordo). Successivamente i piccoli paesi agordini seguirono l’ esempio di Forno Canale, aprendo piccole latterie cooperative. Pensate che nel 1888, tutte le latterie dell’ Agordino si unirono in una “Società”…

Vista sul Falzarego – Serena Scardanzan

Una particolare vista del Passo Falzarego dal Piccolo Lagazuoi. Il Lagazuoi fa parte del Gruppo di Fanis o Fanes, è formato da due rilievi: il piccolo ed il grande Lagazuoi. Teatro di scontri durissimi nel corso della Grande Guerra, questa montagna è un vero e proprio museo a cielo aperto. Il passo Falzarego è tra…

Malghe e Latterie

Scoprite i punti vendita dei prodotti tipici locali dell’Agordino: dalle stalle e dalle malghe il latte fresco della montagna agordina si trasforma come per magia in burro, ricotta e formaggi dai sapori antichi.  Acquistate i prodotti delle vallate agordine oppure degustateli nelle piccole malghe/agriturismi sotto il cielo dell’ Agordino – dove rinascono le Dolomiti: non…

Si Parte per… la Montagna – I consigli del CNSAS

QUALCHE  CONSIGLIO PER PREPARARE LE NOSTRE ESCURSIONI IN SICUREZZA dal CNSAS Scegli escursioni e salite commisurate alla tua preparazione tecnica e alla tua condizione psico-fisica; Non sopravvalutare mai le tue capacità e considera sempre i tuoi limiti. Prepara l’escursione, studia il percorso con carte topografiche e guide, assumi informazioni da previsioni meteo. In caso d’Incertezza,…

Gallo forcello

Il fagiano di monte (Lyrurus tetrix) è detto anche gallo forcello per la particolare forma curva delle penne della coda del maschio. Femmine e maschi sono molto diversi e ben riconoscibili : infatti la la femmina è più piccola e di colore misto di giallo-ruggine e bruno-ruggine con liste e macchie trasversali nere, il maschio invece  è generalmente nero,…

Il Cervo e il suo harem – Claudio Ghizzo

Cervo Maschio con il suo harem di femmine.

Orto agordino, tradizioni che resistono, cultura della sostenibilità

A chi non è capitato di fare una passeggiata in Agordino e imbattersi in un piccolo orto di montagna? Quì , tra le Dolomiti, quasi tutte le famiglie hanno un orto; solitamente in piccoli o grandi appezzamenti, i montanari, per tradizione, coltivano la terra ! Ovviamente i nostri orti hanno caratteristiche ben diverse dalle coltivazioni…

Marco Tormen – Kart KZ2

Con il 2021, Marco Tormen ha cambiato colori di scuderia passando al https://www.modenakart.com/it/. Ha cominciato la preparazione per il Campionato Nazionale (a Jesolo in Aprile)  e Mondiale (a Kristianstad – Svezia a inizio settembre – salvo imprevisti legati al Covid) partecipando al Campionato CEZ a Jesolo in Pista Azzurra. Il 27 e 28 marzo TORMEN…

Lech dei Giai ( Lach dei Negher ) – Diego Costa

Il lago dei Negher o lago dei Giai, situato nel Gruppo della Marmolada, a quota 2205 metri, nelle vicinanze dell’omonima forcella. Questo laghetto alpino si tinge di colorazioni che vanno dal blu scuro al verde. Sullo sfondo abbiamo le Tofane, e il Lagazuoi.

Cascata Barezze del Torrente Gavon – Diego Costa

La Cascata delle Barezze, generata dal Torrente Gavon, è situata sopra l’abitato di Sappade, sopra Falcade, è compresa nel sentiero geologico di Falcade, il quale ripercorre il corso del torrente dalla frazione di Marmolada fino alla località Bosch Brusà, dove è situata l’omonima malga.

La Cascata delle Barezze – Diego Costa

La Cascata delle Barezze, generata dal Torrente Gavon, è situata sopra l’abitato di Sappade, sopra Falcade, è compresa nel sentiero geologico di Falcade, il quale ripercorre il corso del torrente dalla frazione di Marmolada fino alla località Bosch Brusà, dove è situata l’omonima malga.

La chiesetta alpina del passo Giau – Diego Costa

La chiesetta alpina situata sul passo Giau, passo che mette in collegamento la Val Cordevole e la Val Boite. Il passo è a 2236 m s.l.m., sulla sommità del passo si trova il vecchio cippo confinario tra la Serenissima di Venezia e l’Impero Austriaco. Sullo sfondo abbiamo i Lastoi de Formin, nel gruppo Croda da…

Alba dal Col Margherita – Diego Costa

Una bellissima alba dal Col Margherita, in una giornata d’estate, con il Sole che spunta da dietro le Cime d’Auta e il Col Becher. Si vedono anche il gruppo del Sorapis, Antelao, Pelmo, Civetta.

Civetta e Pelmo al tramonto – Diego Costa

Civetta e Pelmo al tramonto, al termine di bellissime giornate invernali. Si vede il tipico effetto delle Dolomiti, l’Enrosadira, fenomeno per cui le montagne che ci circondano assumono un colore rossastro, principalmente all’alba e al tramonto.

La chiesetta di Valfredda – Diego Costa

La chiesetta di Valfredda, dedicata a Piergiorgio Frassati, che si erge in questa bellissima valle in una giornata di primavera.

Vista della Valle del Biois – Diego Costa

Vista della Valle del Biois, dalla Cima d’Auta Orientale. Si vedono il gruppo delle Pale di San Martino, dal Monte Mulaz al Monte Agner, e più in primo Piano il Monte Caoz, e poi Monte Palmina e Pettenassa.

Laghetti sotto il Col Margherita – Diego Costa

Suggestivi e numerosi laghetti sotto il Col Margherita, verso il Passo Valles; si ha una fantastica vista sulle Pale di San Martino, partendo da destra il Gruppo del Focobon, Monte Mulaz, le Torri delle Farangole, Cima dei Bureloni, Cima della Vezzana, e una parte del Cimon della Pala.

Panorama invernale da Valfredda – Diego Costa

Scatti invernali da Valfredda, la splendida località sopra Falcade nell’Alta Val Biois al confine con la provincia di Trento, è caratterizzata dalla presenza di tante baite, dette “Casogn”. Sullo sfondo possiamo ammirare le splendide  Pale Di San Martino con le Tre Cime del Focobon e il Monte Mulaz.  

Neve in Valfredda – Diego Costa

Scatti invernali da Valfredda, la splendida località sopra Falcade nell’Alta Val Biois al confine con la provincia di Trento, è caratterizzata dalla presenza di tante baite, dette “Casogn”. Sullo sfondo possiamo ammirare le splendide  Pale Di San Martino con le Tre Cime del Focobon e il Monte Mulaz.

Inverno in Valfredda – Diego Costa

Scatti invernali da Valfredda, la splendida località sopra Falcade nell’Alta Val Biois al confine con la provincia di Trento, è caratterizzata dalla presenza di tante baite, dette “Casogn”. Sullo sfondo possiamo ammirare le splendide  Pale Di San Martino con le Tre Cime del Focobon e il Monte Mulaz.

La Chiesetta di Falcade Alto – Diego Costa

La Chiesetta di Falcade Alto, che si presume sia stata edificata attorno al 1300, consacrata tra il 1471 e il 1478, è dedicata a San Sebastiano e a San Fabiano. Questo scatto è stato effettuato da Falcade e ritrae la Chiesa con un quarto di Luna sullo sfondo.

Casogn in Valfredda – Diego Costa

Valfredda con i tradizionali casogn, un tempo usate come riparo per i pastori, e ora trasformate in baite private, sopra Falcade prima del Passo San Pellegrino.

Valfredda – Diego Costa

Valfedda con i tradizionali casogn, un tempo usate come riparo per i pastori, e ora trasformate in baite private, sopra Falcade prima del Passo San Pellegrino.

Scatto delle Tre cime del Focobon – Diego Costa

Scatto delle Tre cime del Focobon, da Casera Focobon, con davanti il Col dei Pedoci sopra Falcade. Dalla Casera si possono raggiungere Forcella Stia, il Passo dei Fochet di Focobon, o il Rifugio Mulaz.

Vista 2 dalla Cima d’Auta Orientale – Diego Costa

Vista dalla Cima d’Auta Orientale. Si distinguono bene sullo sfondo, da sinistra Monte Antelao, Monte Pelmo e Monte Civetta. Più in primo piano, invece Sasso Bianco, le Cime di Pezza e il Piz Zorlet.

Vista dalla Cima d’Auta Orientale – Diego Costa

Vista dalla Cima d’Auta Orientale:si distinguono bene sullo sfondo, da sinistra Monte Antelao, Monte Pelmo e Monte Civetta.

Giro delle Coste – Somor – Diego Costa

Conclusione di una delle passeggiate classiche per le famiglie nella zona di Falcade, il Giro delle Coste, che parte da Le Coste, e arriva fino a Somor, in un percorso nel bosco che diventa molto colorato e ancora più suggestivo nella stagione autunnale. Si può percorrere anche al contrario.

Blue hour – Monte Pelmo – Diego Costa

Scatto del Monte Pelmo da Falcade, durante la Blue Hour con la Luna Piena che stava sorgendo.

Panorami Agordini – Serena Scardanzan

Panorama dal Sass de La Palazza, un colle che sovrasta Valfredda con dei dolci pendii erbosi, mentre sull’altro versante, quello che sovrasta Malga Ai Lach strapiomba con le sue rocce. Percorribile lungo tutta la sua sella, nella stagione autunnale dà il massimo di sé con dei colori magici. All’orizzonte si possono vedere un’infinità di montagne,…

Scarabeo blu – Serena Scardanzan

Lo scarabeo blu. Gli scarabei fanno parte di una numerosissima famiglia di insetti che si nutre di piante, altri insetti e materia organica. Specialmente durante la primavera, se ne possono trovare in elevata quantità sulle parti più alte delle piante, nessuna esclusa, di cui sono ghiotti gli adulti, mentre le loro larve stazionano nella parte…

Punti panoramici – Serena Scardanzan

Panorama sulle cime che sovrastano il Passo San Pellegrino e sui pascoli e ghiaioni di Valfredda. Si possono vedere il gruppo di Cima Uomo ed il gruppo delle cime di Ombretta, entrambi sottogruppi della Marmolada, da una splendida forcella nei pressi de “I Coi”. Davanti a noi il Pizzo Forca.

Laghetto glaciale del Coldai – Serena Scardanzan

A circa 2150 mt di quota, incastonato su di un pianoro ai piedi del Civetta in particolare tra la torre che lo sovrasta e la cima che portano entrambe il suo nome, il lago Coldai è un caratteristico laghetto glaciale alpino dalle acque azzurre e limpide, colore che è dato dalla miscela minerale che le…

Lago Caladora – Serena Scardanzan

Il laghetto della Caladora è una piccola formazione naturale che troviamo percorrendo il sentiero che dal Passo Valles porta al rifugio Mulaz. Chiamato così come la cima che lo sovrasta, Caladora, ospita salamandre, tritoni alpini e rane. Nelle condizioni giuste in mancanza di vento o aria vi si specchiano perfettamente le Pale di San Martino.

Forca Rossa – Serena Scardanzan

Forca Rossa è il valico che collega la Valle di Franzedas (Rocca Pietore) alle valli di Valfredda (Falcade) e Fuchiade (Soraga). Facente parte di uno dei sottogruppi della Marmolada, si presenta come una larga insellatura a 2490 mt caratterizzata da questa costruzione che conserva il libro di vetta.

Volpe rossa – Serena Scardanzan

La volpe rossa è la più grande delle sue 45 sottospecie, prevalentemente carnivora ma non disdegna anche frutta e cereali, quel giorno era solitaria ed incuriosita dalla nostra presenza tanto da essere rimasta lì intorno per tutto il tempo.

Cavallette alpine – Serena Scardanzan

Cavallette alpine impegnate nella riproduzione della specie. Come si può vedere in questa foto, le cavallette hanno sviluppato una incredibile capacità di mimetismo per sfuggire ai predatori; nei pascoli di montagna aguzzando un po’ la vista se ne possono vedere moltissime. Famose per i loro balzi e per le lunghe serenate che cantano nascoste nell’erba,…

Farfalla alpina – Serena Scardanzan

Una farfalla alpina alle prese con le margherite. Durante la loro breve vita, le instancabili farfalle compiono un lavoro essenziale impollinando fiori, arbusti ed alberi da frutto, oltre a dare un bellissimo tocco di colore ai nostri prati.

La parete d’Argento – Serena Scardanzan

Questa la vista che si ha sbucando da un sentiero dietro le stalle della Malga Franzedas che prende il nome da questa incantevole vallata situata nel Comune di Rocca Pietore. Le pareti del Monte Fop, che dividono questa valle dalla vicina Val Ombretta, si ergono verticali davanti a noi lasciando intravvedere la “Parete d’Argento”, ossia…

Val Biois – Serena Scardanzan

Vista sulla Valle Del Biois( in particolare il paese di Falcade) e sulle Dolomiti venete e trentine dal Passo di Forca Rossa. L’orizzonte è colmato dal maestoso gruppo delle Pale di San Martino con tutti i suoi sottogruppi e dalla catena del Lagorai.

Il capriolo – Serena Scardanzan

Il Capriolo (Capreolus capreolus): il capriolo è un ungulato: i maschi possiedono dei piccoli palchi costituiti da tessuto osseo che cadono ogni anno in autunno. Quì una femmina, che dopo essere andata a controllare i suoi piccoli nascosti nell’erba alta, si inoltrava nel bosco. Ci guardava sospettosa, forse preoccupata che non li andassimo a disturbare.

In volo sopra il passo Giau – Video

  Il Passo Giau o Passo di Giau è una forcella che mette in comunicazione la città di Cortina d’Ampezzo con Selva di Cadore e la Val Fiorentina e Colle Santa Lucia, tutte situate in territorio bellunese. È un passo particolarmente panoramico e tra i più elevati delle Dolomiti: da qui si possono scorgere le…

Col e Fodom – Buchenstein

Livinallongo del Col di Lana (Fodom in ladino) insieme a Colle Santa Lucia (Col in ladino) facevano parte del BUCHENSTEIN, territorio a sud est del Tirolo Antico, sotto il dominio del Vescovo di Bressanone.⠀

Capitello – Serena Scardanzan

Percorrendo le creste del Passo Valles si arriva al Passo della Venegiotta, alle pendici del monte Mulaz. Li vi è posto questo capitello che sembra vegliare sulla sottostante Falcade.

Fringuello femmina – Serena Scardanzan

Il fringuello fa parte della famiglia Fringilliadae. Qui una femmina che si può ben distinguere dal colore del piumaggio che nel maschio è completamente diverso. Le femmine infatti hanno gran parte della livrea bruno-giallastra. Si cibano prevalentemente di semi o bacche, ma anche di piccoli insetti. In Italia il fringuello è una specie protetta.

Fringuello Maschio – Serena Scardanzan

Il fringuello è tendenzialmente monogamo, durante il periodo della quarantena maschio e femmina si alternavano sugli alberi da frutto del nostro giardino. Qui un esemplare maschio con la sua caratteristica livrea: fronte nera, nuca e spalle grigio-azzurro, faccia e petto rosso ruggine che si sfuma sul ventre.

Panorama dalla Cime D’Auta – Serena Scardanzan

Panoramica delle Cime d’Auta: una panoramica dalla Cima Caladora (Passo Valles) del più esteso dei 7 sottogruppi della Marmolada, quello delle Cime d’Auta. Esso si estende dalla Forca Rossa fino al Piz Zorlet ed al Sasso Bianco, le sue cime più note e conosciute sono le 3 cime dell’Auta: Barbacin, Cima d’Auta Occidentale e Cima…

Cima Pape – Serena Scardanzan

Dai Pascoli della Malga Stia nella meravigliosa Valle di Garès, una veduta del gruppo di Cima Pape, massiccio di roccia vulcanica che sovrasta da un versante il paese di Canale d’Agordo e tutta la valle stessa con i suoi pendii rocciosi e frastagliati, e dall’altro il paese di Cencenighe Agordino con immense verdi praterie. Fa…

La Cesena – Serena Scardanzan

La cesena è un uccello che fa parte della famiglia dei Turdidi, è leggermente più grande del merlo. Si trova nell’Europa nord orientale e nell’Asia settentrionale, nidifica circa dagli anni 60 anche in Italia sulle Alpi e migra nei paesi caldi per l’inverno. Preferisce le zone rade ai margini del bosco, dove non ci sono…

Valt di Sappade – Serena Scardanzan

Valt di Sappade: una frazione di Falcade dove il tempo sembra essersi fermato, sovrastano questo paesino le maestose Cime dell’Auta nonché il Sasso di Valfredda, il Formenton, il monte La Banca, il Pizzo Le Crene, il Col Becher e la voragine rimasta dopo l’enorme frana delle Marmolade.

Fochetti del Focobon – Serena Scardanzan

i Fochetti del Focobon sono delle vaste praterie ai piedi del Mulaz e di fronte al Focobon. Da qui si apre una visuale su numerosissime vette dolomitiche, nonché quelle che circoscrivono la Valle Del Biois.

Pale di S. Martino – Serena Scardanzan

Panorama sulle Pale di San Martino da Valfredda: il Focobon, il Mulaz e la parte Settentrionale delle Pale di San Martino tra cui il Cimon della Pala in una sera d’estate in Valfredda, un’immensa prateria immersa nel verde nei pressi del Passo San Pellegrino.

Lago a Pian de la Lora – Serena Scardanzan

Questo meraviglioso lago si forma dopo il disgelo ai piedi dei Cantoni di Pelsa, nella diramazione Sud Occidentale del Civetta su di un vasto pianoro chiamato Pian de La Lora. Non si forma però tutti gli anni e la sua durata è limitata finchè il terreno non lo drena completamente lasciando spazio al pascolo.

Lastei e Campido – Focobon

Dal rifugio Mulaz, questa la vista sulle cime del Focobon. Si possono ammirare i Lastei e la Campido, mentre la cima che dà il nome alla trinità è esattamente a fianco di noi e ci sovrasta.

Civiltà Agricola Agordina – G.B.Rossi

Appunti etnografici – linguistici con prefazione di Giovanbattista Pellegrini. Testo del 1982, edito da Nuovi sentieri Belluno.

Andar per Funghi… In Agordino

Alzi la mano chi, almeno una volta nella vita, è andato a funghi in Agordino!!!! Noi Agordini nasciamo sotto i funghi… nel senso che già da piccoli ci insegnano “l’arte di andar per funghi”: ci portano in mezzo al bosco, ci abbandonano lì e ci dicono :-” vai a cercare funghi… guarda quanti ce ne…

Germano reale – Serena Scardanzan

Il germano reale è un anatra selvatica, si può ammirare nella bella stagione in molti laghi alpini specialmente nel periodo della nidificazione, mentre nella stagione fredda sverna a Sud.

Torre Venezia – Serena Scardanzan

Conosciuta in tutto il mondo dell’alpinismo, si erige all’estremità della Valle dei Cantoni di Pelsa…

Lo stambecco – Serena Scaranzan

Lo stambecco appartiene alla famiglia dei Bovidi e alla sottofamiglia dei Caprini.

Camoscio Alpino – Serena Scardanzan

Il camoscio alpino fa parte della famiglia dei bovidi, insieme a pecore e capre viene incluso nella sottofamiglia dei caprini.

Oltre il Mulaz – Serena Scardanzan

Con i Lastei ed il Dente di Zopel davanti a noi (gruppo del Focobon)….

Per chi Suona la campana – Serena Scardanzan

La caratteristica campana che sorge in vetta al Mulaz…

Micromondo – Serena Scardanzan

Alla scoperta del micromondo nei nostri prati.

Dalla Cima del Mulaz – Serena Scardanzan

Uno sguardo dalla cima del Mulaz (2906 mt)….

Alba dalla Marmolada – Serena Scardanzan

Sotto di noi le Cime d’Auta e del San Pellegrino, ed in secondo piano le Pale di San Martino in una fredda alba invernale dalla terrazza panoramica di Punta Rocca

Uno sguardo sulle Dolomiti – Moreno Geremetta

   

Avventure tra le Dolomiti – Elia Lazzari

Le selvagge Dolomiti – Massimo Gaiardo

La Cometa Neowise in Agordino – Manuel Conedera

Le Brènte o i Nàf – Le fontane

  Ogni paese e/o frazione dell’Agordino ha una propria fontana, solitamente di pietra e/o cemento . La fontana poteva avere diverse forme: da rettangolare a circolare, a volte anche poligonale. La fontana, nei tempi antichi, serviva per l’approvvigionamento pubblico dell’acqua, ma ben presto divenne un luogo di aggregazione per la popolazione Agordina. Spesso la fontana…

Cogli l’attimo – Mario De Marco

I muri a secco e i lastricati, le antiche strade delle Dolomiti Agordine

Quando ancora le automobili erano poche nelle nostre vallate, ogni giorno le persone si spostavano a piedi, spesso con grandi fatiche per i dislivelli, lungo sentieri e  stradine perfettamente lastricate e delimitate da muretti a secco, che li proteggevano dal dilavare delle piogge e dal vento : i sassi di tutti questi muretti erano tagliati…

Felicità – Cristina Fiocco

Persentieri.it il nuovo sito per programmare le escursioni

  Persentieri.it il nuovo sito per programmare le escursioni Dal CAI sezione Agordina Nasce nei mesi di lockdown della scorsa primavera grazie alle idee e consigli del Gruppo Facebook DoloMitici! e il supporto di Etics. Persentieri ( clicca sul sito www.persentieri.it) è un portale utile per rendere sostenibile la frequentazione della montagna. Il sito è…

Kuèrt de Skàndole – Tetto di scandole

In Agordino, in passato, le Skàndole venivano usate per la copertura dei tetti: il legno privilegiato era quello di larice. Le scandole erano lunghe circa 60-70 cm; si ricavavano da tronchi di larice, preferibilmente con i rami rivolti verso il basso: si riteneva, infatti, che il loro legno avesse venature più regolari (vète drète) e…

L’ equinozio di Primavera in Agordino

  L’ equinozio di Primavera – Alleghe

Campanellini ( I Falsi Bucaneve) – Ylenia Vassere

I Campanellini Leucojum vernum Sono delle piante perenni bulbose appartenenti alla famiglia delle Amaryllidaceae, e sono tra i primi fiorellini che spuntano nei nostri prati ogni Primavera. A prima vista potrebbero essere scambiati con i più conosciuti Bucaneve a causa del colore bianco ma sono più alti , la corolla è “chiusa”. Sono fiori velenosi quindi non vanno…

Conaster

Conaster !!!🌲 Ho sentito spesso questa parola, da piccola, “cande che se dea ‘ntel Bosk A Fa’ Legne”. Il termine Conaster- Conastro, in dialetto (Canastro in Italiano) si usa per indicare un difetto del legno del tronco. Lo si nota quando, dopo aver abbattuto l’albero, si deve ridurre il tronco, ormai sramato, in pezzi più…

Il Croco – Serena Scardanzan

Il Croco (Crocus) appartiene alla famiglia delle piante Iridaceae, è una pianta perenne dal fiore a forma di coppa. Ogni primavera i suoi bulbi sotterranei generano il fiore che colora di bianco e viola le praterie ancora brulle dal disgelo.

Dolomiti Hike&Camp – I campeggi delle Dolomiti

Ecco il nuovo sito di  Dolomiti Hike&Camp !

LA VALLE AGORDINA – Museo Etnografico

Il museo etnografico di La Valle si trova all’inerno del Municipio di La Valle Agordina ed  è un importante luogo di memoria per la conservazione e la divulgazione della storia, dei costumi e dell’evoluzione architettonica e geologica dell’ Agordino. Il museo è suddiviso in due sezioni, una dedicata agli usi e costumi e alle attività…

In volo su Baita Colmont

Claudio Ghizzo ci porta in uno   dei luoghi più belli e panoramici dell’Agordino, sotto le cime d’Auta.   Viene spesso indicata anche come Baita Colmont, a 1854 mt., è un piccolo ricovero alpino tra le  nostre Dolomiti Agordine. Facilmente raggiungibile dalla frazione Colmean (Frazione di Canale d’Agordo). Si trova alle pendici delle Cime D’Auta,…

Coppa Europa di snowboard : vittoria per Lucia Dalmasso

Oggi a Funes gara di coppa Europa di snowboard! Un gigante che ha regalato molti sorrisi alle nostre snowborder della valle del Biois. Lucia Dalmasso, atleta della Nazionale, Isabel Murer atleta dello ski college Veneto. Per Lucia, nostro ambassador, è arrivata la prima vittoria in Coppa Europa. I vostri sorrisi la più bella delle vittorie.…

FALCADE – Il Bosco degli artisti

IL BOSCO DEGLI ARTISTI è  una splendida esposizione all’aperto, tra i boschi di Falcade, di artisti della Val Biois, a quasi 2000 metri di altezza! Seguendo un comodo sentiero di circa 1 km, circondati dalle meravigliose cime delle Dolomiti Patrimonio Mondiale dell’Umanità Unesco, è possibile incontrare ed ammirare le opere, statue e pitture, che rappresentano…

Campane e … Cannoni

  Il 27 Febbraio 1918, le 5 campane della Chiesa di S. Michele Arcangelo di La Valle Agordina, vennero gettate dal campanile. Gli austriaci le distrussero, per poi trasportarle e “trasformarle” in cannoni. Nel 1921, dopo 3 anni,  le cinque campane, ricostruite con il bronzo dei cannoni austriaci, tornarono a cantare in coro a La…

Lucia Sottil Guida AMM – Le 3 regole per la sicurezza in montagna –

La nostra bravissima Guida Lucia ha preparato questo breve ma assolutamente utile vademecum per le uscite in tutta sicurezza tra le Dolomiti: La montagna è passione, aria fresca, prati verdi, rocce da scalare, buon umore e molto altro! Il più delle volte però dimentichiamo che la montagna è selvaggia e non va presa alla leggera.…

Sasv – Come effettuare La RICHIESTA DI SOCCORSO

Premesse tutte le raccomandazioni per una gita all’insegna della sicurezza con i  CONSIGLI PER PREPARARE LE NOSTRE ESCURSIONI, nel malaugurato caso siate in attesa dell’eliambulanza, quali sono i comportamenti da tenere al suo avvicinamento? E prima di tutto una richiesta: se vedete arrivare l’elicottero e non siete voi ad avere bisogno, per favore, non fate…

La Zinghenesta di Canale d’Agordo

La maschera principale del carnevale di Canale d’Agordo è la Žinghenésta.

Salutare in montagna

Perché si saluta in montagna e perché è giusto farlo ? Lo avrete notato di sicuro : in montagna sui sentieri, anche quelli più ripidi, anche se affaticati e senza fiato, ci si scambia sempre uno sguardo e un saluto quando si incrociano altre persone. Il saluto quassù ha sicuramente delle origini antiche e legate…

Le possibili origini della Zinghenesta – 1

La  grande tradizione carnevalesca canalina è perdurata fino al 1915, anno dello scoppio della prima guerra mondiale e per ovvi motivi non è stata poi riproposta negli anni  appena successivi.

Attività all’aria aperta a diretto contatto con la natura tra le Dolomiti Agordine

In Agordino è possibile praticare moltissime attività all’aria aperta a diretto contatto con la natura incontaminata : sci d’alpinismo, sci di fondo, ciaspolate, arrampicate, ferrate, trekking con le famiglie, percorsi ciclistici, osservazione degli animali selvatici e di flora, workshop o escursioni fotografiche, percorsi storico-culturali tutti accomunati da “ritmi personali o generalmente più lenti “, non…

Le possibili origini della Zinghenesta – 2

La  grande tradizione carnevalesca canalina è perdurata fino al 1915, anno dello scoppio della prima guerra mondiale e per ovvi motivi non è stata poi riproposta negli anni  appena successivi.

Anche le Dolomiti .. crollano!

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram

Matacìnch e Laché di Laste

La principale maschera del Carnevale di Laste, frazione di Rocca Pietore, è il Matacìnch accompagnato dal proprio Lachè.

I Matazìn di Sottoguda

La maschera principale del Carnevale di Sottoguda (Staguda), frazione di Rocca Pietore è il Matazìn.

Viva… il Carnevale Agordino!

Tutti sappiamo che il Carnevale è una festività senza data precisa, varia di anno in anno, in base alla data della Pasqua. Il Martedì grasso (ultimo giorno di Carnevale) precede il Mercoledì delle ceneri, primo giorno di Quaresima (che rappresenta i 40 giorni di “penitenze ” prima della Pasqua).

I Òlt da Riva – Le origini e la rinascita

I Òlt da Riva , l’origine delle bellissime maschere di legno di Rivamonte Agordino

I laghi delle Dolomiti Agordine

I meravigliosi laghi delle Dolomiti Agordine.

Òlt da Riva

Fino agli anni ’50, a Rivamonte Agordino si festeggiava il carnevale intagliando nel legno tipiche maschere chiamate “Òlt da Riva”  tradotto  “Visi o Volti di Rivamonte.

Carnevèl ite Vila e La Mascorèda a Sottoguda

Ogni anno  Sottoguda si colora di festa con il carnevale della “Mascoreda” e del “CARNEVÈL ITE VILA”! La mascherata permette di rivivere i ricordi di un tempo, quando i matazin correvano per le vie del paese per richiamare l’attenzione e tutte le persone mascherate si riunivano per festeggiare la fine dell’inverno e l’inizio della primavera.…

Pian de la Lora e il laghetto fantasma

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram

Grotta dell’ Onice – Caprile di Alleghe

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram 

Il lago Coldai tra le Dolomiti

Il Lago Coldai 

La magia dell’acqua a Boscoverde

Acqua effetto seta…

Civetta e Monte Pelsa dalle Cime d’Auta

Immagine invernale dalle Cime d’Auta che guarda al Civetta ed al Monte Pelsa, si vede spuntare anche la Moiazza. Seguite Serena sui social su FACEBOOKe su INSTAGRAM per poter vedere tante altre meravigliose immagini delle Dolomiti Agordine e degli splendidi animali che le abitano.

La Piccola Chiesa della Dama di Mondeval

Antiche leggende  raccontano che…

Cascata dell’inferno – Valle di San Lucano

Cascata dell’inferno – Valle di San Lucano – Le cascate delle Dolomiti La Cascata dell’inferno è situata in fondo alla Valle di San Lucano, nel comune di Taibon Agordino. Si raggiunge con una breve camminata che parte dopo l’abitato di Col di Prà. In inverno è opportuno prestare la dovuta attenzione in quanto il sentiero…

Spigolo nord del Monte Agner e “stravedamento”

  Lo splendido spigolo nord del Monte Agner (2872m) con parte della pianura trevigiana e il Mar Adriatico sullo sfondo durante una serata limpida che permette il fenomeno dello “stravedamento”, di vedere cioè fino alla laguna veneta.       Potete seguire Simone sul suo profilo Instagram simone__pra e facebook Simone Prà

Due passi sulla neve a Baita Colmont – Manuela Xaiz

Il Castello di Andraz – Una fortezza tra le Dolomiti

  Splendida Fortezza tra le Dolomiti!

I crostoli del Carnevale Agordino

I crostoli sono uno dei dolci tipici del Carnevale Agordino, insieme ai “carfogn” … Ma non solo a Carnevale… Vengono, ancora oggi preparati a mano per le grandi feste come il Patrono , matrimoni o sagre. Abbiamo allora chiesto a chi se ne intende di dolci tipici fatti a mano : William – El Forner …

LA PARETE NORD-OVEST DELLA CIVETTA DAL RIFUGIO TISSI di BRUNO CASTIGLIONI

SULLE TRACCE DI BRUNO CASTIGLIONI: LA PARETE NORD-OVEST DELLA CIVETTA DAL RIFUGIO TISSI “Tra i principali e più bei massici delle Alpi Dolomitiche, questo della Civetta è rimasto fino a pochi anni fa tra i meno conosciuti…”. Esordiva così nel 1931 Bruno Castiglioni nella sua monografia “Il gruppo della Civetta” quando da pochi anni erano…

Dolomiti – Scenografie da Film

Lo sapevate che alcune scene del film “Lady Hawke” sono state girate proprio  quì a Passo Giau, con lo sfondo dei Lastoi e Formin? Film Fantasy del 1985 con la bellissima Michelle Pfeiffer, Rutger Hauer e Matthew Broderick. I Lastoi de Formin fanno parte del Gruppo Croda da Lago – Cernera. Altri bellissimi scatti di…

Il treno Agordino

Salendo lungo la 203 da Belluno verso l’Agordino, appena dopo l’abitato di La Muda ( frazione di La Valle Agordina) noterete alcune case isolate, un po’ strane… sembrano quasi stazioni del treno… Proseguendo ci si imbatte nella galleria “dei Castei”, così chiamata per la presenza, in epoca medioevale, del Castello Agordino. Il castello fu completamente…

Agnèr, l’obelisco nel cielo – Ylenia Vassere

  Il Monte Agner, che presenta verso nord l’immenso e famosissimo spigolo, “l’obelisco nel cielo” come viene anche chiamato dagli scalatori, di ben 1500 metri,  la parete più alta delle Dolomiti. Valle di San Lucano Taibon Agordino Ylenia Vassere   Su instagram yleniavassere 500px yleniavassere

Marco Tasser

Marco Tasser  è un fotografo giovane ma già bravissimo: i suoi paesaggi innevati o al tramonto sono veramente splendidi.

Un organo tra le rocce del Civetta

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram 

Il Cervo

Il Principe dei Boschi Agordini, il CERVO. Simbolo della Rinascita, per i suoi PALCHI ( erroneamente chiamati corna) che ogni anno cadono e muoiono, a fine inverno…per poi RINASCERE a fine primavera, più grandi e piu’ forti. Non e’ un caso ci sia anche nel nostro logo di Agordino Dove Rinascono le Dolomiti. Fotografie di …

La leggenda del Cannone “Merla”

Un tempo non lontano, lungo le rive del Po, alcuni soldati furono incaricati al trasporto di un cannone pesantissimo, chiamato Merla ( per il suo colore scuro) , da una sponda all’altra del lungo fiume italiano. Provarono in tutti i modi possibili, ma il cannone era troppo pesante… e la sponda da raggiungere era lontanissima.…

I tre giorni della Merla – La leggenda

Tanto, tanto tempo fa, a Milano ci fu un inverno molto lungo e rigido: la neve scendeva copiosa dal cielo e ricopriva tutto  strade, case, alberi, parchi e giardini; una coltre bianca che coccolava tutta la città.

La Luna sorge dietro al Monte Antelao

  Dalla cima del Piccolo Lagazuoi: la Luna sorge dietro al Monte Antelao che è illuminato dalle luci del tramonto.     Potete seguire Simone sul suo profilo Instagram simone__pra e facebook Simone Prà

I Carfogn della Val Biois

I “Carfogn” sono un dolce tipico Agordino, della Val Bios: prendono il nome dalla frazione di Carfon – Comune di Canale d’ Agordo!

Gli artisti di Agordo – Paese del Graffito

Agordo cuore e capoluogo delle vallate dell’ Agordino, dal 2010 è diventato “Paese del Graffito”. In tutti questi anni numerosi e valenti artisti, provenienti da tutta Italia, hanno contribuito alla realizzazione di splendide opere visibili nel bei borghi di Agordo, Toccol e Parech: Marta De Cia, Marta Farina, Albino Mezzacasa, Enrica Moratelli, Paolo Mosca, Franco…

22 – Laoret e ciacole

Autore: Manuela Sabatini UBICAZIONE: Frazione Toccol – Casa Dorigo MISURE: 4,64 m² (m 1,30 x m 3,57) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 5 “giornate” (15-19 aprile 2019). DESCRIZIONE Il soggetto del graffito è legato ad alcuni ricordi menzionati dal figlio dei vecchi proprietari dell’abitazione, i genitori Tino…

21 – Andar per boschi

Autore: Dunio Piccolin UBICAZIONE: Frazione Toccol – Casa Brait MISURE: 7,4 m² (m 2,15 x m 3,45) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 6 “giornate” ( 8-13 aprile 2019). DESCRIZIONE Il soggetto del graffito illustra una scenetta di montagna e simboleggia il rapporto della felice convivenza tra l’uomo…

Piccole Regole per bimbi in sicurezza in montagna d’inverno

Eccole qui le Piccole Regole per andare in montagna in inverno dedicate ai bambini del Soccorso Alpino e Speleologico Veneto – CNSAS! Fintanto che non potremo tornare noi a parlare e giocare con loro, per costruire assieme le fondamenta della sicurezza in montagna, vi chiediamo di essere il nostro tramite con i vostri figli. Leggete…

20 – Le ere del sorch

Autori: Dunio Piccolin e Paolo Mosca UBICAZIONE: Frazione Toccol – Casa Mosca MISURE: 4,4 m² (m 1,80 x m 2,30) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 5 “giornate” (26-30 marzo 2018).Il graffito è stato realizzato da Dunio Piccolin prendendo spunto da un disegno ad acquerello realizzato da Paolo…

Rifugio Carestiato

Ubicato sul panoramico Col dei Pass, dominante la conca Agordina e ai piedi delle pareti del settore meridionali del gruppo della Moiazza è di proprietà della sezione Agordina del Club Alpino Italiano. Il comodo accesso e la posizione centrale ne fanno un ideale punto di partenza per le molte vie di arrampicata sul gruppo con accessi comodi e ottima qualità di…

Camping Eden a Falcade

Il Camping Eden è il luogo ideale per recuperare il relax mentale ed il benessere fisico immersi nella bellezza della natura alpina. La vicinanza del camping Eden alla frazione di Molino e al centro di Falcade, permette agli ospiti di poter facilmente accedere alle varie opportunità offerte dal paese.   Inoltre il Camping Eden fa…

19 – Na olta in campagna

Autore: Dunio Piccolin e classi 5^ Scuola Primaria di Agordo UBICAZIONE: Località I Pass – Casa Cassisi MISURE: 10,30 m² (m 3,60 x m 3,80) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 7 “giornate” (16-23 marzo 2018).    DESCRIZIONE  Il soggetto del graffito è ispirato alle attività che qualche…

18 – L’araba fenice

Autore: Albino Mezzacasa UBICAZIONE: Frazione Toccol – Casa Carlin MISURE:  misure massime m 3,00 x m 5,80 NOTE TECNICHE: graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 5 “giornate” (8-12 aprile 2017). DESCRIZIONE Il soggetto del graffito rappresenta la mitologica figura alata dell’araba fenice. Storicamente parlando la fenice viene menzionata per la…

I Tirataie – Folk and Roll Dalle Dolomiti

Folk n’ Roll dalle Dolomiti I  TIRATAIE sono  un gruppo di musica folk’n’roll che ormai da qualche anno, allietano e riempiono di allegria le feste e le sagre delle Dolomiti. Attivi dal 2008 si sono fatti le ossa nelle osterie e nelle sagre della Val del Biois, la loro  terra di origine, e propongono un…

17 – Nani il pompier

Autore: Dunio Piccolin e classi 5^ Scuola Primaria di Agordo UBICAZIONE: Frazione Toccol – Casa Pongan MISURE: 16 m² (m 4,00 x m 4,00) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 7 “giornate” (28-31 marzo, 3,4,5 aprile 2017). DESCRIZIONE Il soggetto del graffito è un omaggio alla figura di…

Come nasce un affresco di Dunio Piccolin

Tutti ormai conosciamo gli affreschi, li possiamo ammirare passeggiando nei borghi dei Paesi dell’ Agordino che sono stati abbelliti da Dunio Piccolin e da altri bravissimi artisti. MA COME NASCE UN AFFRESCO? Dunio ci spiega come ha creato quello di Fregona, una bellissima opera pittorica di ben 4,20 metri di altezza per 1,50 di larghezza,…

Affresco a Cencenighe – Omaggio alla Carità

Omaggio alla carità Il dipinto rappresenta la Carità, simboleggiata dalla consegna di un pezzo di pane a due bimbi. Il gesto ricorda episodi vissuti nell’infanzia di Ivano, il committente dell’affresco, in tempi dove la piccola comunità di Cencenighe attraversava periodi di estrema povertà, ma come egli testimonia grazie alla generosità della popolazione si sopravviveva. Al…

La Leggenda del Drago del Monte Pape

Lo vedete lì alla fine dell’Arcobaleno? Si narra che un tempo sul monte Cima Pape (o Spiz de Medodi’) si nascondesse un Drago🐲 Sputafuoco. Si nascondeva tra gli anfratti della Roccia della Montagna e nessuno l ‘aveva mai visto. Si sapeva solo che, tutte le Mattine, prima del sorgere del Sole🌄, il Drago si Svegliava…

Affresco a Alleghe – La brenta di Cesaril

La brenta di Cesaril DESCRIZIONE BREVE: l’affresco ricostruisce un angolo scomparso della piccola frazione alleghese di Cesaril. La scenetta con la fontana, il vecchio fienile, i vari personaggi e gli altri elementi ripercorre le sensazioni e il ricordo della proprietaria del dipinto, Lina De Biasio, qui simbolicamente raffigurata nella piccola bimba con le trecce. Suggestivo…

16 – Pino dei giornai

Autore: Marta Farina UBICAZIONE: Frazione Toccol – Casa Scaranaro MISURE: 5,26 m² (m 1,95 x m 2,70) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 4 “giornate” (21-24 marzo 2016). Nell’esecuzione dell’opera Marta si è avvalsa della collaborazione della pittrice e ceramista di origini russe Liuba Nosova.  DESCRIZIONE Il soggetto…

Agordino – Centri Sci Fondo

Quest’anno, un pò particolare, in cui i Comprensori sciistici sono chiusi causa Covid-19,  possiamo comunque Sci-Volare nella natura incontaminata delle Dolomiti Agordine….ma con gli sci stretti ai piedi! Lo sci di fondo è uno sport completo, adatto a tutti: si scia lentamente aiutati dalla coordinazione dei movimenti tra bastoncini e sci, assaporando ad ogni “passo”…

Affresco a Vallada – A la nostra mama bela

Ala nostra mama bela Il capitello è nato da un “ex voto per grazia ricevuta” ed è dedicato “Ala nostra mama bela” e i dipinti raffigurano tre momenti della vita della Madonna. L’ Annunciazione L’Addolorata e l’Assunzione accompagnate sotto dalle didascalie “Stella del Mattino”, “Salute degli Infermi” e “Regina della Pace”. Quest’ultima figura, posta nella…

15 – Ricordi

Autore: Samuele Vanni UBICAZIONE: Frazione Toccol – Casa Mosca MISURE: 3,74 m² (m 2,20 x m 1,70) Descrizione Il soggetto del graffito è un omaggio all’atleta Domenico Mosca (1920-1990) e alla sua passione per le corse in bicicletta. Sullo sfondo troneggia maestosa la sagoma del monte Framont e alla sua base appare uno scorcio dell’abitato…

Affresco a Canale d’Agordo, in piazzetta di Tancon

Il nuovo, meraviglioso affresco di Dunio Piccolin a Canale d’Agordo, in piazzetta Tancon, vicino alla Casa delle Regole Ottobre 2020. Un onore è stato quello poter dipingere nella piazzetta dove sono presenti gli affreschi seicenteschi della “Casa delle Regole” e quelli del ciclo pittorico del Maestro Giuliano De Rocco sulla sua abitazione. IL SOGGETTO: il…

Lucia Sottil Guida AMM – I 10 oggetti da mettere nello zaino

I 10 oggetti da mettere nello zaino per gite in montagna La nostra bravissima Guida Lucia ha preparato questo breve ma assolutamente utile vademecum per le uscite in tutta sicurezza tra le Dolomiti. La montagna è passione, aria fresca, prati verdi, rocce da scalare, buon umore e molto altro! Il più delle volte però dimentichiamo…

Scatti da Forcella Stia – Diego Costa

Scatti da Forcella Stia, al cospetto del Gruppo del Focobon, e del Monte Mulaz. Si ha una bella vista anche sul Gruppo della Marmolada.

Affresco a Vallada – Cata ‘l temp, el temp te catarà…

“Cata ‘l temp, el temp te catarà…” “Cata ‘l temp e ‘l temp te catarà, come na bota su sot al Dolà” è la didascalia che accompagna la meridiana in palese riferimento al Tempo di Vallada. La frase ci indica che l’ombra del monte Dolà, per merito di una particolare sporgenza proietta un’ombra su se…

14 – Il barba Teto e il barba Toni

Autori: Dunio Piccolin e classi 5^ Scuola Primaria di Agordo UBICAZIONE: Frazione Toccol – Casa Chissalè-Paganin MISURE: 14,28 m² (m 6,80 x m 2,10) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 6 “giornate” (10-11, 14-17 marzo 2016). DESCRIZIONE Il soggetto del graffito è ispirato alle figure del “barba” Teto…

Affresco a Vallada – Omaggio a Carmela Ronchi

Omaggio a Carmela Ronchi Il dipinto è un omaggio all’insegnante, direttrice didattica e scrittrice di romanzi Carmela Ronchi, nata a Vallada nel 1905 dove poi morì nel 1978. A lei è appunto dedicata la scuola di Vallada dove si è deciso di realizzare questo dipinto omaggio. In primo piano, a sinistra, mentre legge un biglietto…

Il gallo forcello

Il fagiano di monte (Lyrurus tetrix) è detto anche gallo forcello per la particolare forma curva delle penne della coda del maschio. Femmine e maschi sono molto diversi e ben riconoscibili : infatti la la femmina è più piccola e di colore misto di giallo-ruggine e bruno-ruggine con liste e macchie trasversali nere, il maschio invece  è generalmente nero,…

13 – Giochi in piazzetta

Autore: Samuele Vanni UBICAZIONE: Frazione Toccol – Casa Bogo MISURE: 4,20 m² (m 1,50 x m 2,80) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con due strati sovrapposti di malte colorate e realizzato in 4 “giornate” (30 marzo, 1, 2 e 3 aprile 2015); il graffito di Vanni, come la prima opera di Franco Pagliarulo eseguita nel 2011,…

Affresco a Vallada – Storie di Vallada

Storie di Vallada Affresco di Dunio Piccolin – Scuole Elementari di Vallada – 2006 Con i bambini della scuola elementare di Vallada Agordina  6/10/2006 VALLADA RAP SCENDE L’ACQUA DA PIANEZZA E CON SE’ PORTA UNA BREZZA: STORIE ANTICHE E STORIE NUOVE SOTTO IL SOLE E QUANDO PIOVE… SALTELLANDO FRA LE ROCCE PORTA A VALLE MILLE…

12 – Il filo del racconto

Autore: Franco Pagliarulo UBICAZIONE: Frazione Toccol – Casa Carli MISURE: 9,17 m² (m 2,70 x m 4,95) NOTE TECNICHE: Graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 5 “giornate” (30 marzo, 1,2 e 3 aprile 2015).   DESCRIZIONE Il soggetto del graffito raffigura la storia fantasiosa di un filo di lana che percorre…

“La rinascita degli stambecchi”

“La rinascita degli stambecchi”  – Dopo la grave epidemia che ne decimò la popolazione alcuni anni fa.. è bello cominciare a ritrovarne sui pendii della Valle del Biois. Qui due maschi alle prese con la muta del pelo da invernale ad estivo. Serena

Affresco a Vallada – A me mare

A me mare Il soggetto rappresentato è una scena dei tempi passati ed è ambientata nel contesto paesaggistico della frazione valladese di Toffol. Il dipinto è un omaggio ad Orsola, che è simbolicamente è rappresentata dalla bimba in primo piano, che nel ricordare il suo passato immagina il tempo passato con personaggi affaccendati nel mestiere…

11 – Omaggio ai Gir

Autori: Dunio Piccolin e classe 5^ Scuola Primaria di Agordo UBICAZIONE: Frazione Parech – Casa Costantini MISURE: 13,72 m² (m 4,90 x m 2,80) NOTE TECNICHE. Graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 6 “giornate” (19-20 e 23-26 marzo 2015).   DESCRIZIONE Il soggetto del graffito è ispirato all’attività del gruppo alpinistico…

Il Soccorso in Montagna – Piccoli e Grandi consigli

Piccoli ma importanti consigli sulla richiesta di soccorso in montagna.

I villaggi fantasma del lago di Alleghe

Il Lago di Alleghe, ai piedi del monte Civetta (Dolomiti UNESCO – Sistema 3 Pale di San Martino, San Lucano, Dolomiti Bellunesi, Vette Feltrine), è di origine NATURALE. Lo sbarramento o diga che oggi possiamo osservare , all’altezza dell’abitato di Masarè, è successivo alla formazione del lago.

Le “Perusole” Agordine

Le Perusole (in dialetto) , Cince in italiano..

Affresco a Vallada – L’Albero del Canton e la Madonna della montagna

L’Albero del Canton L’affresco  è un omaggio alla vita e alla vitalità delle persone che è simbolicamente impersonata in alto da un gruppo di bambini danzanti irradiati dai raggi del sole. La scena si svolge attorno ad un secolare albero e simboleggia nella sua estensione, dal basso verso l’alto, le radici della vita. In basso…

Lave a cuscino a Colcuc – Colle S. Lucia

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram   Lave a cuscino (pillow lavas) nei pressi della frazione di Colcuc (Colle S. Lucia, Agordino, Belluno, Italia). Queste lave si formano dal raffreddamento rapido di colate vulcaniche sottomarine e possiedono crosta vetrosa.Le effusioni sono legate al magmatismo medio-triassico delle Dolomiti. Nella foto si nota la struttura raggiata.…

L’origine del lago di Alleghe – la frana del Piz

A cura del Professor Alberto Bertini  – Instagram

I verdeggianti Piedi del Gigante di Pietra

Il monte Agnèr (2.872 m s.l.m ) fa parte delle catena delle Pale di S. Martino: la parete settentrionale troneggia sulla Valle di S. Lucano mentre quella meridionale scende più dolcemente verso i paesi di Voltago e Frassenè Agordino.

Bivacco Biasin

Il bivacco sotto l’Agner  è dedicato a Giancarlo Biasin, alpinista che nel 1964, insieme a Samuele Scalet ha creato una variante alla via precedente Solleder-Kummer (1926), sulla parete est del Sass Maor ( 2.812 m s.l.m.), una delle cime più famose delle Pale di S. Martino. Durante la discesa, lungo il sentiero del Cacciatore, Giancarlo…

10 – El kaselo

Autore: Manuela Sabatini UBICAZIONE: Frazione Toccol – Ex caseificio MISURE: 8,25 m² ( m 3,30 x m 2,50)  NOTE TECNICHE: graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 5 “giornate” (13-17 aprile 2014).   DESCRIZIONE Il graffito di Manuela Sabatini è localizzato nella facciata principale della ex sede della Latteria Sociale Cooperativa di…

El sbatudin de la Nona

“El sbatudin de la nona …Quanti ricordi d’infanzia in 2 ingredienti così semplici.

“Giovane stambecco”

Ehi tu… Prova a prendermi? Questa foto l’ho scattata l’anno scorso durante l’escursione che ho fatto fino al Sasso Bianco e raffigura uno stambecco femmina mentre si mette in posa dopo aver scalato le rocce ripidissime della montagna! É davvero incredibile vedere come questi animali, quando ti notano, invece di scappare, si mettano quasi in…

Il richiamo del Bosco – El Foia

Non ci siamo dimenticati del nostro amico  Marco, detto “Foia” e della sua passione. Vi presentiamo altre piccole meraviglie che “nascono o rinascono” dal legno, attraverso la scultura  e la manualità del Foia: sempre ricordando il fantastico mondo che ci circonda ed i suoi abitanti. La Schirata – Lo scoiattolo La sgrassatura su di un…

La Leggenda del Lago di Alleghe

La leggenda racconta che il Col di Lana fosse una porta per l’ Inferno, a causa delle eruzioni di lava incandescente e fiamme. Il Pievano di Livinallongo decise di piantare una croce di ferro sulla sommità del monte: in questo modo bloccò il Drago di San Giorgio ( che viveva nella montagna) impedendogli di sputare…

9 – Scuola maestra di vita

Autori: Dunio Piccolin e classi 5^Scuola Primaria di Agordo UBICAZIONE: Frazione di Parech – Casa Barison MISURE: 7,96 m² (m 1,60 x m 2,95) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 3 “giornate” (7-9 aprile 2014).   DESCRIZIONE L’opera murale è un omaggio a Marilena, moglie del proprietario della parete,…

Le Marmotte

Lo sapevate che anche le marmotte vanno  in letargo? Abbassano la temperatura corporea e… diminuiscono i battiti cardiaci in risposta al rigido clima invernale! E dormono tutto l ‘ inverno in tane sottoterra o fra i sassi.. Qui vediamo una  bellissima marmotta che si gode il sole fotografata da Claudio Ghizzo

L’età degli stambecchi

Quanti anni hai? Lo sapevate che possiamo conoscere, indicativamente, l’ età di uno stambecco contando gli “anelli” presenti sulle corna? In inverno, la loro crescita si interrompe, per poi riprendere in primavera, e si forma quel caratteristico rigonfiamento che tutti noi possiamo osservare.

8 – La linzola

Autore: Marta De Cia UBICAZIONE: Frazione Parech – Casa Chissalè MISURE: 2,15 m² (m 1.40 x m 1.52) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 2 “giornate” (28-29 marzo 2013). DESCRIZIONE Il delicato graffito di Marta, caratterizzato da un segno sinuoso e altalenante, rappresenta la scena del trasporto del…

7 – Omaggio allo studio

Autori: Dunio Piccolin e classi 5^ Scuola Primaria di Agordo UBICAZIONE: Frazione di Parech – Casa De Dorigo MISURE: 16,38 m² (m 4,20 x m 3,90) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 5 “giornate” (21-25 marzo 2013). Per estensione in metri quadrati è il più grande di quelli…

La Salamandra pezzata

La salamandra pezzata (Salamandra salamandra) è un piccolo anfibio caratterizzato da corpo nero con chiazze gialle: questa colorazione tipica indica ai possibili predatori della Salamandra che non è un animale commestibile! Su tutto il corpo, infatti, sono presenti numerose ghiandole che secernono un “muco” tossico per i nemici, ma indispensabile per l’animale, in quanto garantisce…

Il Gracchio Alpino

  Il Gracchio Alpino , appartenente alla famiglia dei Corvidi ,e’ facilmente distinguibile  per i suoi colori caratteristici.

6 – La via del grano

Autore: Enrica Moratelli UBICAZIONE: Frazione Prompicai – Casa Bianchet MISURE: 6,10 m² (m 3.60 x m 1.70) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con due strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 3 “giornate” (29-31 marzo 2012) DESCRIZIONE L’opera gioiosa di Enrica Moratelli è, nelle intenzioni del proprietario della casa, un omaggio all’antistante “Molin dei Mèle” e…

5 – La vigilia di San Nicolò

Autori: Dunio Piccolin e classi 5^ Scuola Primaria di Agordo UBICAZIONE: Frazione Parech – Casa Fontanive – Zasso MISURE: 8,36 m². (m 2,20 x m 3,80) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con tre strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 3 “giornate” (26-28 marzo 2012)  DESCRIZIONE Il soggetto del graffito è legato a una tradizione locale…

4 – Ricordo di bimbi d’inverno

Autore: Franco Pagliarulo UBICAZIONE: Località Parech – Casa Brancaleone MISURE: 10 m² (m 2,50 x m 4)                 NOTE TECNICHE: graffito eseguito con due strati sovrapposti di malte colorate e realizzato in 2 “giornate” (24-25 aprile 2011); a differenza dei graffiti precedenti, eseguiti con malte cementizie e lo spessore dell’intonaco variabile dai  2 ai 4 mm,…

Le Api dell’Agordino : preziose lavoratrici instancabili ma fragili

    Le api sono insetti meravigliosi, piccoli animali instancabili che svolgono un ruolo fondamentale per il nostro pianeta. Ma a causa dei pesticidi e del cambiamento climatico le nostre amiche sono in pericolo e ogni anno ce ne sono sempre meno! È necessario difendere e proteggere le api perché sono loro che impollinano i…

Anfibi & Company – Claudio Ghizzo

Voliamo insieme alle farfalle – Claudio Ghizzo

Fauna delle Dolomiti – Claudio Ghizzo

3 – La storia del pane

Autori: Dunio Piccolin e classi 5^ Scuola Primaria di Agordo UBICAZIONE: Frazione di Toccol – Panificio Carlin MISURE: 7,68 m² (m 2,40 x m 3,20)                NOTE TECNICHE: graffito eseguito con due strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 3 “giornate” (13-15 aprile 2011)  DESCRIZIONE L’opera a graffito, collocata all’esterno del panificio della famiglia Carlin, rappresenta…

La Cinciallegra

la cinciallegra appartiene alla famiglia dei Paridi, è insettivora e tende a nutrirsi sui rami bassi degli alberi oppure nel terreno.

Val Fredda nella Neve – Video

Claudio Ghizzo ci porta in uno dei luoghi più belli dell’Agordino ma anche delle Dolomiti: la meravigliosa Val Fredda sotto una bianca coltre di neve In volo sopra panorami e montagne ricoperte di neve. Situata nell’alta Val Biois, Valfredda è molto apprezzata soprattutto per la bellezza del contesto paesaggistico in cui è collocata; meravigliosamente incastonata…

2 – Da tuti quanti i paes de la val

Autore: Dunio Piccolin UBICAZIONE: Località Prompicai – Casa Chierzi MISURE: 8,12 m² (m 2,85 x 2,85)                 NOTE TECNICHE: graffito eseguito con due strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 3 “giornate” (7-9 settembre 2010). DESCRIZIONE  Il soggetto è ispirato alla poesia dialettale “San Vinzenzo” del poeta agordino Gigi Lise (1899-1960) pubblicata nella raccolta “sani montagne…

La Marmotta

Marmotta al risveglio Appena risvegliata dal lungo letargo durato tutto l’inverno, curiosa e sospettosa ma anche molto socievole. Come tutte le marmotte attendeva un pezzetto di carota di cui sono ghiotte, cibandosi prevalentemente di vegetali, bacche, licheni, muschi, radici e fiori.

Un Elefante tra le Dolomiti

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram 

Il Santo Patrono in Agordino

Patrono deriva da latino “patronus” che significa Protettore: il Patrono del paese, infatti, protegge tutti gli abitanti e solitamente coincide con il Santo a cui è dedicata la Chiesa “principale del Comune. In Agordino ogni Patrono viene festeggiato con la classica S. Messa e successivo ritrovo alla tipica  “Sagra di Paese”. I patroni dei 16…

1 – La leggenda di Agordo

Autori: Dunio Piccolin e classi 4^ e 5^ Scuola Primaria di Agordo UBICAZIONE: Località Val di Frela – Casa Zasso MISURE: 8,4 m² (m 2,10 x m 4,00) NOTE TECNICHE: graffito eseguito con due strati sovrapposti di malte colorate; realizzato in 3 “giornate” (31 marzo, 2-3 aprile 2010). Per “giornata” si intende la porzione di…

Gli Stambecchi del Re

Lo sapevate che lo stambecco alpino si e’ quasi estinto nel 1850? Il Re Vittorio Emanuele II, nel 1856, salvò gli stambecchi, decimati dalla caccia, dando loro ospitalità nella propria Riserva Reale di Caccia del Gran Paradiso. Nel 1919, il Re d’ Italia Vittorio Emanuele III regalò  la sua Riserva di caccia a patto diventasse…

El Forner – Il Pane Agordino in cammino da tre generazioni

Il cibo è storia e cultura, delinea le caratteristiche storiche di un popolo, le risorse a cui aveva e ha accesso, la creatività e l’ingegno che mette nel creare qualcosa che non solo soddisfi un bisogno primario, ma che dia piacere, porti buonumore, unisca la famiglia, sia omaggio per gli amici.

Le “Sentinelle delle Dolomiti”

Le Marmotte sono le “sentinelle delle Dolomiti. In tutti i passi e prati di alta quota le sentiamo fischiare e le vediamo correre via veloci all’arrivo di qualche “intruso”. A volte i fotografi più bravi riescono a fotografarle nell’attimo perfetto,prima che scappino via, come in questa spendida foto di Sandro Bogo.  

Gli “Spettri” delle Dolomiti – Ylenia Vassere

Questo strano arcobaleno è un  “Gloria” anche chiamato lo “spettro di Broken” o la “Luce di Buddha” : è un fenomeno ottico abbastanza raro che si verifica in quota, in presenza di nuvole e nebbia e con il sole basso alle spalle : in questo caso la mia ombra è parziale e il tipico cerchio…

Agordo – Paese del Graffito

Agordo Paese del Graffito – Un museo a cielo aperto che ci racconta come si viveva un tempo in Agordino – dove rinascono le Dolomiti. Agordo, cuore e capoluogo delle vallate dell’ Agordino, dal 2010 è diventato “Paese del Graffito” grazie all’ iniziativa dell’artista Dunio Piccolin che, in collaborazione con il Gruppo Sportivo le Ville…

Affresco a Falcade – Una vita insieme

Una vita insieme Un affresco dedicato a Costantina e Ilio, persone di una infinita bontà e cordialità. “Una vita insieme” è il titolo dell’opera e l’affresco raffigura alcuni momenti della loro vita e del loro mondo. Ai lati dell’affresco, affacciati alla finestra, il ritratto di Costantina e Ilio da giovani. Al centro la loro attuale…

Affresco a Taibon – La storia dei Mele

La storia dei Mele Il dipinto rappresenta alcuni episodi e simboli riferiti alla famiglia dei “Mele” che storicamente erano carrettieri, carpentieri e muratori. Alla sinistra una bimba, la nipote dei proprietari, che si dondola su una altalena e sotto di essa un bambino che gioca con una clessidra e controlla la giustezza della meridiana. Al…

Affresco a Rocca Pietore – Stagion da na ota

Stagion da na ota Scuola Primaria di Rocca Pietore L’affresco è ispirato, ai costumi, alle tradizioni, ai giochi e ai lavori che si eseguivano in passato nella comunità di Rocca Pietore divisi separatamente nelle quattro stagioni dell’anno. Nel progetto, oltre la realizzazione del dipinto da parte di Dunio, vi è stata la compartecipazione degli alunni…

Affresco a San Tomaso – Bimbi al cannocchiale

Bimbi al cannocchiale al Planetario di san Tomaso Agordino Il soggetto dell’affresco è un grande cannocchiale da dove alcuni bambini osservano l’universo. La parete dell’affresco è sull’edificio del planetario di san Tomaso ed è una sorta di richiamo a visitare l’interno del centro astronomico. NOTE TECNICHE: l’opera realizzata con la tecnica dell’affresco, cioè dipingendo con…

Cristina Fiocco

Vi presentiamo Cristina Fiocco, una bravissima fotografa agordina: splendidi sono i suoi scatti delle cime dolomitiche e degli animali che le abitano. Abbiamo chiesto a Cristina di parlarci di lei e della sua grande passione per la fotografia e le Dolomiti, la sua terra. “Classe 1982, sono nata e cresciuta in Valle del Biois, dove…

Affresco a Falcade – San Antonio Abate con bimbe

San Antonio Abate con bimbe L’affresco è dedicato a San Antonio Abate, protettore del piccolo e soleggiato paesino di Sappade, frazione del comune di Falcade (BL). Le due bimbe rappresentano simbolicamente Alice e Angela, le figlie dei proprietari dell’abitato, e vi sono raffigurati alcuni loro elementi caratteriali: Angela ha un carattere più pacifico e riflessivo,…

La leggenda del Larice

Merisana, Signora dei Lastoi de Formin era anche Regina delle Ondine: queste ultime erano spiriti femminili benevoli, legati all’ acqua, dalla quale uscivano ogni giorno a Mezzodì, per scoprire le meraviglie della Terra. La regina Merisana si sposò, sulle rive del laghetto, con il Sovrano dell’ Antelao, il Re dei Raggi: tutte le creature del…

La stazione geoturistica dell’Istituto Follador di Agordo

Ad Agordo è stato inaugurato il nuovo interessantissimo percorso sulla geologia delle Dolomiti che fa parte del Progetto “La via della Dolomia: il viaggio della roccia nelle Alpi Dolomitiche”

Cose da fare in Agordino in Inverno

  Inverno tra le Dolomiti Agordine : tante attività da fare all’aria aperta per tutta la famiglia L’Agordino in inverno si copre di magia quando iniziano le prime nevicate e i paesi e antichi borghi già bellissimi nelle altre stagioni, ora completamente imbiancati, acquistano ancora più fascino. Moltissime sono le attività e gli sport da…

Il planetario di San Tomaso Agordino

Il planetario di S. Tomaso è parte integrante del Centro Astronomico Provinciale “Emigranti” , è stato inaugurato nel  2004. Il planetario ha una cupola di 4 metri su cui è possibile proiettare una simulazione della volta celeste, foto, video e simulazioni di fenomeni astronomici e sotto la cupola possono trovare posto 25 persone. Il centro…

La magia della Neve – Video

Dopo giorni di incessante nevicate ecco che il paesaggio si trasforma in un ambientazione da fiaba ! Splendide le gallery di Claudio, scopritele quì – Rettili & C. , Fauna delle Dolomiti e  Farfalle  E volate insieme a noi e il Suo Drone…. Potete vedere tutte le altre magnifiche foto di Claudio sul suo profilo…

I bivacchi alpini

I bivacchi alpini sono strutture in legno, metallo o cemento, di piccole dimensioni, posti in luoghi particolarmente isolati per offrire un ricovero di fortuna : a volte sono dei veri e propri ripari di emergenza, alcuni sono gestiti dal Cai altri da associazioni locali. Può capitare che più gruppi di persone abbiano bisogno di pernottare…

Le Campane de Còl

Un suono  armonioso accompagna le giornate nella Val Fiorentina. Il coro d’ eccezione è composto dalle 4 campane che dimorano nella Chiesa di Colle S. Lucia: Lucia, Maria, Caterina e la piccola Angioletta. Dal 1700 sono lì… Danzano, cantano e riempiono i cuori di chi le ascolta di speranza!  

Ghiacciaio di Roccia

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram 

Autosoccorso in Valanga con la sicurezza non si scherza – Valerio Scarpa

ARVA … o per meglio dire, ARTVA & FRIENDS! Per almeno vent’anni l’apparecchio fondamentale per la ricerca di dispersi in valanga si è chiamato ARVA, ma, qualche anno fa, una casa produttrice si è accorta che il termine non era stato registrato da nessuno, così se n’é impossessata, chiamando in tal modo i suoi prodotti…

LA FRANA DEL 3 DICEMBRE 1908 NELLA VALLE DI SAN LUCANO: IMMAGINI DI UNA TRAGEDIA

E’ da poco passata la mezzanotte del 3 dicembre 1908: circa 250000 metri cubi di dolomia si staccano dalla sommità della Quarta Pala di San Lucano, nella omonima valle, nota anche con il nome di Cime d’Ambrusógn. La massa rocciosa, dividendosi in due grandi tronconi, si frantuma in grossi blocchi che vanno a distruggere il…

Scarpa Valerio Travelsport – Guida Alpina

Valerio fa la guida alpina, e con la famiglia è venuto a vivere alle Miotte, una frazione di Rivamonte Agordino, da poco più di un anno … non hanno dovuto venire a vivere qui, non ci sono finiti per caso, l’hanno scelto. Nasce e cresce infatti tra i palazzoni di Mestre, ma la passione per…

Turismo Sostenibile per le Dolomiti e l’Agordino

IL TURISMO VELOCE DEGLI ULTIMI DECENNI Negli ultimi anni abbiamo assistito a dei grandi cambiamenti per quanto riguarda il turismo : in pochi decenni siamo passati dal viaggiare in aereo raramente ad a effettuare voli anche solo per passare un week end all’estero, spesso in maniera troppo fugace e senza neanche il tempo di poter…

Mario De Marco

Grazie a Facebook e Instagram abbiamo la possibilità di vedere moltissime fotografie delle Dolomiti e dell’Agordino ma è grazie a fotografi come Mario De Marco che possiamo ammirare il vero splendore della natura che ci circonda

Il Colosso con i piedi d’Argilla

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram  

Dolomiti della Val del Biois – Val Fredda

Oggi Claudio Ghizzo ci porta in uno dei luoghi più belli dell’Agordino ma anche delle Dolomiti: la meravigliosa Val Fredda! Situata nell’alta Val Biois, Valfredda è molto apprezzata soprattutto per la bellezza del contesto paesaggistico in cui è collocata; meravigliosamente incastonata ai piedi delle cime del Gruppo della Marmolada, con vista spettacolare anche sulle prospicienti…

I misteriosi fossili della Torre Venezia

La splendida Torre Venezia nel gruppo del Civetta oltre ad essere famosa tra gli scalatori di tutto il mondo è anche, come gran parte del territorio delle Dolomiti, uno scrigno di memorie  dal passato. La sommità della torre è costituita da Calcari Grigi, alla sua base si trovano gli strati della formazione di Travenanzes e…

Pan co la Zuca – Le ricette di Marvin

L’autunno ricorda un’antica tradizione che io e la mia famiglia portiamo avanti da anni grazie a fondamentali elementi : la nonna, il forno a legna, le zucche ma soprattutto l’amore. Questi semplici ingredienti danno vita allo squisito  Pan co la Zuca.. chi non l’ha mai assaggiato?

La cascata della Val Corpassa

La splendida Val Corpassa nel comune di Taibon Agordino, alle pendici del gruppo del Civetta è ricca di sorgenti e di bellissime cascate alpine. Alcune di queste scorrendo e colpendo le rocce da centinaia di anni e portando detriti danno luogo alla formazione di “marmitte di evorsione” che vengono chiamate vasche, cadini o boioni. La…

Bivacco Bedin

Il bivacco Margherita Bedin ( 2.210 m) è considerato uno dei più  belli delle Dolomiti:  si trova su di un pianoro, coperto da un morbido tappeto erboso e offre uno spettacolare panorama a 360 gradi, che spazia sulle rocce dell’ Agner, del Civetta, della Moiazza, del S. Sebastiano …dipinte dai mille colori dell’enrosadira all’alba ed…

Oh che Bel Castello….

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram 

La Chiesetta in mezzo al Bosco – San Simon

Lo sapevate che abbiamo un Monumento nazionale in Agordino? Precisamente nel comune di Vallada Agordina. La chiesa di San Simon (Simone e Giuda Taddeo) e’ la più antica (IX- X secolo) in Val Biois. La chiesetta in stile gotico alpino, si trova sulle pendici del Monte Celentone, dal nome dell’uomo che, pare, giunse qui’ e…

Il Tridente delle Dolomiti

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram 

La leggenda dei Monti Pallidi

C’era una volta un figlio di re il cui regno era ricco di pascoli verdi, di boschi ombrosi, di montagne alte e rocciose. Ma il principe era infelice perché lo tormentava il desiderio di andare sulla Luna. Un giorno smarritosi nel bosco il principe giunse in un altopiano fiorito di rododendri dove si addormentò e…

I corsi INFLOW YOGA ON-LINE di Maria Paula Medina

I CORSI DI YOGA ONLINE durante il Covid19 Sono dieci anni che vive in Italia tra le montagne delle Dolomiti, studiando con i migliori professori europei e completando la sua formazione in India. In questo ultimo anno Maria Paula ha sviluppato e utilizzato con successo dei corsi online in diretta, facilmente accessibili sia da smartphone…

Yoga per gestire ansia e stress nei periodi di lockdown

In questo periodo di stress e incertezze è importantissimo trovare momenti di calma e imparare a controllare l’ansia che può assalirci. Maria Paula Medina insegnante di Hatha Flow Yoga in Agordino, in questi 2 video  ci spiega come prendere coscienza di noi stessi attraverso il respiro per poter affrontare situazioni di ansia ma anche per…

Le Coppe delle Fate : il fungo Aleuria Aurantia – Ylenia Vassere

E’ un fungo di un colore arancio vivo molto vivace, spesso la sua forma è quasi una coppa e per questo viene anche chiamato la “Coppa delle Fate”.     “Chi ama la montagna le lascia i suoi fiori ” Scopri tutti gli altri bellissimi piante e fiori qui : Flora e Fauna delle Dolomiti Agordine…

La Miniguida della Lonely Planet – Dolomiti Venete

La guida dal titolo “Dolomiti Venete: guida per innamorarsi della provincia di Belluno” è una miniguida realizzata dalla prestigiosa Lonely Planet dedicata alla provincia di Belluno, è scaricabile on line .

Falesie e aree boulder dell’Agordino – la guida 2019

E’ disponibile la seconda edizione della Guida delle falesie e aree boulder dell’agordino, uscita a maggio 2019. La nuova edizione contiene le nuove falesie di Caprile, Abisso de Dea a Garés e Rifugio Scarpa (Agnèr) oltre a tutti gli aggiornamenti relativi alle nuove vie aperte. In questa edizione non troverete le aree boulder rese inagibili…

Ferrate nelle Dolomiti Bellunesi. Cadore, Zoldo, Agordino, Schiara.

Andrea Greci – Libro – Idea Montagna Edizioni Ediz. multilingue –  

Mountain Bike nelle Dolomiti Agordine

Autori: Michele Filaferro Claudio DaRoit Edizioni Rocciaviva 31 itinerari con approfondimenti socio-storico-culturali  

Alta Via Amelia -la nuova Alta Via delle Dolomiti

L’ AVAMELIA è una Alta Via :  il suo percorso Base segue l’itinerario tracciato da Amelia Edwards durante il suo viaggio pioneristico del 1872, ma utilizza sentieri d’alta quota per ricreare un’esperienza simile a quella dell’esploratrice. Il percorso, in toto, è lungo più di 400 km, con 30.000 metri di dislivello tra salite e discese.

Pale di San Lucano – Lo Yosemite delle Dolomiti

Alessandro Gogna Edizioni Nuovi Sentieri, 2008

La Conca Agordina Cuore delle Dolomiti

Guida agli aspetti fisici, naturalistici, storici e artistici Autore: a cura di Giuliano Dal Mas Editore: Pro Loco Agordo Anno: 2007 Editore:Tipografia Piave

UN RICORDO DALL’AGORDINO Bepi Pellegrinon

UN RICORDO DALL’AGORDINO VECCHIE CARTOLINE DELLA VALLATA centinaia di illustrazioni fotografiche. Brossura editoriale. Ex libris. Raccolta di antiche cartoline commentate da corpose annotazioni Bepi Pellegrinon Nuovi Sentieri Editore  

Leggende Agordine Circolo Culturale Agordino

Leggende Agordine Circolo Culturale Agordino  

Skapelament del konza – G. Dalle Feste

Dizionario del gergo dei seggiolai Gosaldo-Tiser Editore Union ladin da Gosalt, 2003 Skapelament del Konza – G. dalle Feste Vi piacerebbe conoscere ancora di più l’Agordino? Ecco altri interessantissimi libri sull’ Agordino  -> Libri sulla storia dell’Agordino

Storie di conze e gaburi – Enrico Stalliviere 

Storie di conze e gaburi ovvero “Storie di seggiolai ed apprendisti” scritto da Enrico Stalliviere  edito da DBS. Ricordi di una famiglia di seggiolai agordini. Due sono i percorsi espressivi attraverso cui si sviluppa questo libro: quello narrativo con le testimonianze di Enrico Stalliviere e quello visivo con le fotografie che corredano il testo scritto.…

VALLE IMPERINA Gianfranco Mazzolli

VALLE IMPERINA Gianfranco Mazzolli A ricordo della plurisecolare miniera e dei suoi minatori Edizioni DBS La storia della miniera di Valle Imperina dal Quattrocento alla chiusura negli anni Sessanta del Novecento, fino agli ultimi interventi di recupero che si spera possano preludere a farla divenire polo di attrazione turistica. L’autore, già perito minerario presso la…

Il minatore agordino – Enrico Giorgis

Il minatore agordino Autore :Enrico Giorgis Editore: Cierre Edizioni Una ricerca antropologica partita da Rivamonte Agordino e centrata sulla figura del minatore diventa occasione per rivelare come funzionava nel Novecento l’intero sistema socio-economico dell’area, nel quale il lavoro in miniera non poteva prescindere da altre attività come quelle del boscaiolo, seggiolaio, contadino, allevatore. L’ambiente lavorativo e…

Le Miniere di Agordo Storie di Valle Imperina di Raffaello Vergani

LE MINIERE DI AGORDO STORIE DI VALLE IMPERINA di Raffaello Vergani Belluno: Nuovi Sentieri, 2016 http://www.bellunesinelmondo.it/le-miniere-di-agordo/ In questo libro l’autore raccoglie tredici articoli e saggi pubblicati tra il 1975 e il 2008 in varie sedi e dedicati alla storia del centro minerario e metallurgico di Valle Imperina. Tutti tranne uno, che costituisce il capitolo VI…

La Leggenda di Re Ombro – Il regno dei Serrai

Re Ombro è tornato nel suo Regno, che inizia proprio ai Serrai.. Ha sbarrato, di nuovo, il Reame con il possente portone, invisibile ai comuni mortali.

La leggenda del Drago del Coldai

C’era una volta un Drago, che abitava nelle acque del Lago Coldai… Nessuno l’ aveva mai visto, solo gli animali della Valle ne percepivano la presenza. Il Drago volava tra le valli Agordine, fermandosi a riposare presso il Lago Fedaia, per poi tornare a Casa, ai piedi del Monte Civetta!!! Se fate attenzione, potete ancora…

Noci nere : la mosca della noce anche in Agordino (purtroppo)

La mosca della noce anche in Agordino Forse sarà capitato anche a voi di vedere quest’anno un fenomeno strano e purtroppo anche spiacevole, sugli alberi di noce : i malli diventano neri ancora prima di cadere e le noci all’interno risultano spesso essere marce o tendenti al nero e non più mangiabili. Il fenomeno a…

San Sebastiano in autunno – Ylenia Vassere

    San Sebastiano in autunno di Ylenia Vassere Panorama dal Col di Foglia : la splendida catena del San Sebastiano : il San Sebastiano, il Tamer e il Moschesin e ai suoi piedi il  paese di La Valle Agordina e la frazione di Crostolin di Agordo. Su instagram yleniavassere 500px yleniavassere    

Cose da fare in Agordino in autunno : foliage e passeggiate tra boschi dorati

Autunno tra le Dolomiti Agordine : la stagione più colorata e amata dagli appassionati di fotografia di foliage Ylenia Vassere 20 Ottobre 2020 Passeggiate, trekking, gite in moutain bike in questo periodo dell’anno sono rese ancora più belle dalle particolari colorazioni dei boschi che ci regalano fotografie splendide Foliage ossia “fogliame” è una parola inglese,…

L’incanto del bosco – I graffiti dell’Agordino

Un altro splendido graffito di Dunio Piccolin, dedicato ai ricordi d’infanzia, si trova presso la scuola primaria “Don Giacomo Mezzacasa” a La Valle Agordina e ci narra della magia dei boschi e dei suoi abitanti. L’opera murale intitolata “L’incanto del bosco” è collocata all’esterno dell’edificio della scuola Primaria di La Valle Agordina (Belluno) ed è…

Piccole cascate del Torrente Rova…ad Agordo

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram 

Montagne nel cuore – Riccardo Bernardi

Riccardo Bernardi

Riccardo Bernardi, classe 1986, vive in provincia di Venezia a Santa Maria di Sala ma da anni frequenta e ama le Dolomiti. Gli abbiamo chiesto di parlarci della sua passione per la fotografia e per la montagna. “Cerco di organizzare il mio tempo libero in funzione delle mie passioni, ovvero la montagna in tutte le…

Una giornata a Palue – I graffiti dell’Agordino

Vi è un piccolo “Borgo antico”, quello di Palue di Rocca Pietore (Agordino-Belluno), che cerca di rinascere dopo i brutali effetti della tempesta Vaia dell’autunno del 2018. Vi presentiamo un nuovo meraviglioso graffito del nostro bravo artista Dunio Piccolin. Questa volta il borgo che è stato impreziosito da una nuova opera d’arte è il bellissimo…

Agnèr, Il Gigante di Pietra – Ylenia Vassere

Il Monte Agner, che presenta verso nord l’immenso e famosissimo spigolo, un obelisco di 1500 metri. Valle di San Lucano Taibon Agordino Ylenia Vassere   Su instagram yleniavassere 500px yleniavassere Sito web yleniavasserephotography.wordpress.com    

Franco Murer

1980-Augusto e Franco Murer Franco Murer nasce nel 1952 a Falcade (Belluno), dove tutt’ora vive e lavora. Figlio d’arte, inizia presto come allievo nello studio del padre, Augusto Murer: a soli 13 anni vince la medaglia d’argento nella Mostra dello Studente, al Campidoglio (Roma). Nel 1974 si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia, allievo…

La “sdegarnelàdora”

La “sdegarnelàdora” era uno strumento usato per sgranare le pannocchie di mais ( sorc ) . La pannocchia veniva pressata contro il manico di ferro nella parte superiore, i chicchi cadevano dal contenitore superiore nella parte inferiore da dove potevano essere recuperati aprendo il vano laterale. Esisteva anche la più semplice  banka da skrosolà le…

Lach dei Negher (Lech dei Giai ) – Diego Costa

LACH DEI NEGHER (Lech dei Giai, Cime d’Auta) Si trova nel gruppo delle Cime d’Auta, è un bellissimo laghetto alpino di origine glaciale  a circa 2200 metri di quota sulla Forcella dei Negher , tra la Crepa Rossa e il Mont Alt d’Auta. La sua particolarità  è di avere dei colori che variano in base…

Colchico d’autunno (velenoso) – Ylenia Vassere

E’ un piccolo fiore color rosa violetto che riempi i prati  tra Agosto e Novembre. E’ chiamato anche  “falso zafferano” a causa della somiglianza ma ,  è velenoso, assolutamente da non raccogliere!  

La leggenda della Chiesa di Colle S. Lucia

Il capo dei minatori delle miniere del Fursil possedeva, anche, campi di segale e frumento 🌽, per dare sostentamento alla famiglia👨‍👩‍👧‍👦. Sì accorse, pero’, che anche cervi e caprioli mangiavano i suoi raccolti. Decise così di cacciarli di frodo, di notte. Qualcosa colpi’….Ma non un animale. Uccise un uomo🧔 al quale chiese perdono prima della…

Dolomiti – Simone Prà

VALLE DI GARDÉS: ESEMPIO DIDATTICO DI GEOLOGIA

Premessa… Stavo passeggiando in una calda giornata estiva tra le abitazioni e le strade di Pompei, ammirato e stupito per il grado di conservazione della cittadina partenopea “sigillata” dalle colate piroclastiche del Vesuvio. Come la vicina Ercolano, anch’essa perfettamente riportata alla luce da scavi archeologici non ancora terminati, Pompei permette di ripercorrere le vicende della…

Genzianella o Genziana di Koch – Ylenia Vassere

La Genzianella o Genziana di Koch (Gentiana acaulis) è una pianta appartenente al genere Gentiana della famiglia Gentianaceae. Il suo colore intenso ravviva i prati delle Dolomiti Agordine tutte le primavere e ci tiene compagnia per tutta l’estate. È una pianta meravigliosa ed è protetta.  

Massimo Gaiardo

Massimo Gaiardo è un bravissimo fotografo agordino, lo abbiamo già conosciuto durante alcune sue esposizioni a Canale  d’Agordo e ad Agordo e i suoi scatti agli animali selvatici delle Dolomiti e non solo, sono semplicemente splendidi.

Paris Quadrifoglia o Erba Crociola o Uva di Volpe (Velenosa! ) – Ylenia Vassere

(uva di volpe o erba crociola), appartiene alla famiglia delle Melanthiaceae, alta circa 30 cm, la si trova spesso nei nostri boschi ma è velenosa quindi fate sempre molta attenzione a non conforderla con altre bacche!      

Genziana Asclepiadea – Ylenia Vassere

La bellissima Genziana minore  (Gentiana asclepiadea) è una pianta erbacea, perenne, appartenente alla famiglia delle Gentianaceae. La si incontra spesso nei nostri boschi nel periodo estivo ed è una specie protetta.  

Genziana Alpina – Serena Scardanzan

Genziana alpina (Gentiana alpina / sottospecie della Gentiana acaulis): La genziana alpina è una pianta perenne che fa parte della famiglia delle Gentianaceae, che comprende circa 400 specie. Quelle blu si possono trovare sulle Alpi sin dalla Primavera e durante tutta l’Estate nei pascoli alpini e anche oltre i 2000 mt ed i loro fiori…

Rifugio Bottari

Il Rifugio Lorenzo Bottari Sito a 1573 mt. sui vecchi pascoli della casera Costazza, che dividono la valle dei Valès dalla valle del Focobon, il Rifugio Bottari è in prossimità dell’Alta Via 2 e fa parte dell’Alta Via dei Pastori. É nel territorio comunale di Vallada Agordina e gestito dalla sezione del CAI di Oderzo…

Rifugio Scarpa – Gurekian

Il Rifugio Scarpa è situato a 1735m. nell’incantevole cornice del monte Agnèr, protagonista di mitiche ascensioni nonché punto di partenza per avvincenti escursioni ed ascensioni all’interno di uno degli ambiti naturalistici più affascinanti al mondo, recentemente riconosciuto dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Il rifugio è gestito da  Marco Bergamo, esperta guida alpina UIAGM e profondo conoscitore del…

Le ingolle

  Un altro strumento usato un tempo ( ma a volte anche ora ) per la raccolta dei frutti- l’Ingolla.

Campanula di Moretti – Ylenia Vassere

Ecco il simbolo del Parco delle Dolomiti Bellunesi  ed è uno dei fiorellini più belli e colorati che si possono trovare al di sopra dei 1000 metri. Cresce sulle rupi e sui crepacci delle Dolomiti e fiorisce ad Agosto. E’ una specie in pericolo ed è assolutamente protetta. Foto Ylenia Vassere _ Framont Agordo  

El Pien Darè – La leggenda della Chiesa di Selva di Cadore

Tanto, tanto tempo fa, gli abitanti di Selva di Cadore, decisero di costruire un nuovo luogo di culto, poiché l’ Oratorio dei Battuti era ormai stato consumato dalle intemperie e dal Tempo. Il luogo designato per la nuova costruzione fu il Pien Dare’, posto alle pendici del Monte Verdal.

Stella Alpina – Ylenia Vassere

La Stella Alpina Laeontopodium alpinum o Edelweiss Uno dei simboli delle Dolomiti, un fiorellino piccolo ma forte che in realtà è diffuso in tutto il mondo e può crescere anche sulle cime più alte. La Stella Alpina e’ un “fiore” particolare: quelli che noi, erroneamente, chiamiamo petali ( bianchi) in realtà sono piccole ” foglie”…

La sèsola

La falciòla o falce messoria è una piccola falce con manico corto, un tempo utilizzata per la mietitura , ovvero il taglio dei cereali Viene definita “messoria” per distinguerla dalla falce a manico lungo, utilizzata per il taglio dell’erba o del foraggio. Si prendeva una manciata di cereali ( detti mannelli) e con la falciòla…

Il Giglio Martagone – Serena Scardanzan

Il Giglio Martagone è uno dei fiori più belli delle Dolomiti Agordine. Il giglio martagone vive in luoghi soleggiati e privilegia prati montani o il limite delle radure. I  fiori sono di un bel colore rosa scuro punteggiato e svettano in mezzo ai prati. Sulla stessa pianta si possono trovare da 3 a 20 fiori!!!⠀…

Rivamonte – frazione di Tos il restauro della “vecchia fontana”

Ogni paese e/o frazione dell’Agordino ha una propria fontana, solitamente di pietra e/o cemento. La fontana poteva avere diverse forme: da rettangolare a circolare e volte anche poligonale. La fontana, nei tempi antichi, serviva per l’approvvigionamento pubblico dell’acqua, ma ben presto divenne un luogo di aggregazione per la popolazione Agordina. Spesso la fontana era affiancata…

Il passo di Valparola

Il Passo di Val Parola collega (attraverso il Passo Falzarego) la parte alta dell’ Agordino (Belluno) con la Val Badia (Bolzano).

Eventi – Agordino

Clicca sul quadratino con la freccia per vedere il calendario con tutti gli appuntamenti in Agordino – dove rinascono le Dolomiti. ⬇️⬇️⬇️ 

Viperina maggiore (Echium Italicum) – Ylenia Vassere

E’ una pianta di un bel azzurro intenso che si trova facilmente in zone assolate, sentieri, prati dal livello del mare alla fascia montana. La Viperina Maggiore e’ una pianta biennale: durante il primo anno la pianta forma le foglie (raccolte in forma circolare a formare una “Rosetta”), dalle quali, il secondo anno spunta il…

Col Becher – Esplosione di .. Colori

  A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram

Il “Ponte di Sassi” – Selva di Cadore

  A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram 

Marmolada – La (falsa) Regina delle Dolomiti

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram

Alba ai Bec de Roces con Lucia Sottil

La notte va scemando, l’aria è frizzantina , i primi raggi di sole fanno capolino, il cielo diventa una tavolozza di colori fatati… L’alba tra queste montagne è un’esperienza che resterà nei vostri cuori perché la natura è SENSAZIONE ed EMOZIONE! ITINERARIO: percorreremo la strada bianca n.636 che ci porterà al Rif. Bec de Roces,…

La mappa della Valle del Bios di Dunio Piccolin

La mappa di Dunio per  visitare la Valle del Biois Dunio Piccolin oltre ad essere il promotore nonché artefice del bellissimo progetto di AGORDO PAESE DEL GRAFFITO ( cliccando sul link potrete leggere tutte le informazioni ), questa estate ha contribuito alla preparazione di una bellissima cartina che offre una panoramica artistica della Valle del…

Fienagione – El Mài

Un tempo, durante l’estate,durante la giornata, riecheggiava nell’aria un suono ritmico, quasi una melodia.

Fienagione – Kòrda par el fas de fén

La Kòrda par el fàs de fèn – La corda per il fascio di fieno

Lassù dove il tempo sembra essersi fermato

Laste di Sotto, Laste di Sopra, Soppèra, Dagài, Davàre, Còl di Laste, Val, Moè, Le Còste, Rónch, piccole borgate sospese a mezzacosta ai piedi del monte Migogn formano tutte assieme la frazione di Laste di Rocca Pietore, amena località che domina dall’alto la vallata del Cordevole. Nel punto più alto di Val sorge la chiesa…

Solidago virgaurea (Verga d’oro comune) – Ylenia Vassere

 Il suo nome scientifico è  Solidago virgaurea, è una pianta erbacea che cresce spontaneamente nelle zone delle Dolomiti Agordine. Camminando tra i boschi e sui prati la incontrerete molto spesso nel periodo estivo, da Luglio a Settembre.

Rifugio Falier

Il rifugio Falier Ai piedi della Parete d’Argento, la Sud della Marmolada, ed alle cime di Ombretta ed il Sasso Vernale, sorge il rifugio Onorio Falier.   Fu costruito nel 1911 per volontà sopratutto di Arturo Andreoletti, che premeva affinchè ci fosse un punto di appoggio in Valle Ombretta dato che fin prima, gli accessi…

Dolomiti della Val di Zoldo e del Cadore: giro sotto il Pelmo

  Da passo Staulanza verso il rifugio Venezia per trovare un posticino dove passare la notte in mezzo alla natura. Claudio Il mio canale  Claudio Ghizzo Youtube Instagram dolomitiwildlife  

Gipsofila – Serena Scardanzan

Gipsofila strisciante (Gypsophila repens) –  la Gipsofila è una piccola pianta dal rizoma ramificato che da origine a molti fusti striscianti che portano fiorellini rosa pallido o bianchi. Forma incantevoli tappeti su rocce, ghiaie, morene e pascoli sassosi su tutto l’orizzonte montano.

Anemone Alpina – Serena Scardanzan

L’Anemone Alpina fa parte delle Ranunculaceae ed è una pianta spontanea e perenne. Il nome Anemone deriva dal Greco e significa “vento”, mentre Pulsatilla viene dal latino “Pulso/Agito”, in riferimento al tremolio del fiore quando viene mosso dal vento. Fiorisce da Maggio a Giugno sopratutto sui pascoli alpini, dai 1800 ai 2400 mt.

Colori dall’Agordino – Giantito Casera

Ortica

L’ortica (Urtica dioica) è una pianta che tutti abbiamo incontrato nelle semplici passeggiate in Agordino.

Vaia: completata a Rocca Pietore (BL) l’opera di Jako che riceve l’abbraccio del territorio

L’iniziativa promossa da E-Distribuzione conquista e commuove tutti Belluno, 24 luglio 2020 – “In poche occasioni ho provato un così forte affetto da parte della gente. L’iniziale curiosità e, talvolta, diffidenza, per questa forma d’arte, si è trasformata alla fine in intense emozioni e nell’abbraccio del territorio”. Così Jako, nome d’arte di Manuel Giacometti, commenta le…

La Cometa Neowise in Agordino

La cometa Neowise saluta la terra .. tornerà tra circa 7000 anni! Quì la potete amminare sopra il paese di La Valle Agordina, mentre rischiara il cielo estivo, sfiorando le Dolomiti agordine.

CNSAS Storia del Soccorso Alpino e Speleologico – Veneto

STORIA CNSAS – Corpo nazionale Soccorso Alpino e Speleologico Da sempre gli abitanti delle montagne sono stati i primi ad aiutarsi e a sostenersi in caso di bisogno, confidando in una solidarietà che è poi diventata il caposaldo del volontariato. Fino al 1900, le strade, dove arrivavano, non portavano turisti nei paesi in quota e…

La leggenda del Ghiacciaio della Marmolada

Un tempo la Marmolada era ricoperta da grandi e meravigliose praterie, un giardino dell’Eden.

Dolomites Museum – Il Nuovo spazio digitale dei Musei delle Dolomiti

OFFICINA DI STORIE – IL NUOVO SPAZIO DIGITALE DEI MUSEI DELLE DOLOMITI Giovedì 23 luglio alle 18 in diretta Facebook sarà inaugurata Officina di Storie, un nuovo spazio digitale, partecipato e in continuo aggiornamento per raccontare i tanti patrimoni dei Musei delle Dolomiti. Un racconto corale che vede all’opera 35 istituzioni e 50 operatori museali…

A Rocca Pietore l’opera “Energy of love”di Manuel Giacometti

A Rocca Pietore un’opera dal titolo “Energy for love”, nella quale Jako esprimerà l’amore per la natura: una collana di pini che rappresenta le nuove generazioni, sarà l’elemento che darà la forza per un impegno comune per vivere e realizzare un mondo migliore.

Cinquefoglia delle Dolomiti – Ylenia Vassere

E’ una piccola pianta erbacea dai delicati fiori rosati, appartenente alla famiglia delle Rosaceae. La incontriamo  su affioramenti rocciosi assolati, ghiaioni calcarei a 1500-3200m circa di quota, ma i terreni preferiti dalla “Cinquefoglia delle Dolomiti” sono quelli rocciosi della Dolomia,   in ambienti soleggiati. Fiorisce tra Luglio e Agosto Curiosità  Potrebbe essere che il nome del…

Artista di strada in Agordino – Manuel Giacometti

Manuel Giacometti… E chi è Manuel Giacometti? E che cosa centra con l’ Agordino vi starete chiedendo? Allora cominciamo ad indagare  un pò sui social per sapere chi è questo Artista. Manuel Giacometti Murales per i il Centenario della Grande Guerra a Salgareda Vecchia Manuel Giacometti nasce a Treviso nel 1976 e si avvicina all’arte…

Rifugio Mulaz

Il Rifugio Mulaz   Il rifugio Mulaz è sito nel gruppo delle Pale di San Martino, uno dei gruppi più estesi delle Dolomiti. Costruito in una posizione favolosa, è sovrastato dalla maggiore delle cime del gruppo del Focobon.     Fu costruito nel 1907 su iniziativa del CAI di Venezia, con la concessione del terreno…

Dolomiti della Val del Biois: Col Becher e Cime d’Auta

Le montagne dove amiamo, dove viviamo e dove osiamo: le montagne che fanno da cornice ai paesi di Falcade, Canale d’Agordo e Vallada. Più che catene montuose, montagne che accolgono ogni volta che si arriva in valle del Biois e ti entrano nel cuore. Claudio Il mio canale  Claudio Ghizzo Youtube Instagram dolomitiwildlife

In volo sopra le Dolomiti Bellunesi

In volo tra le Dolomiti più selvagge e autentiche. Video girato e montato con Dji Mavic Mini e Da Vinci Resolve. Vieni con me tra le rocce vulcaniche delle Cime d’Auta, il turchese del lago di Sorapis e la magica atmosfera del Passo Giau e la piana di Mondeval. Canale Instagram: dolomitiwildlife Claudio Il mio…

Franco Murer – Via Crucis di Papa Luciani

Nel 2008 , a 30 anni dall’ elezione di Papa Giovanni Paolo I (il Papa del sorriso Albino Luciani, originario di Canale d’Agordo) è stata inaugurata la Via Crucis di Papa Luciani

Il Civetta al tramonto

Sulla forcella sommitale di una valle che si dirama da Valfredda, la Val di Forca, le ultime luci sulla parete delle pareti, la Nord Ovest del Civetta.  

La chiesetta di Jore

E’ una graziosa chiesetta incastonata nel bosco ai piedi delle Cime d’Auta, raggiungibile per una comoda stradina dalla frazione di Sappade. Prima di Vaia era raggiungibile anche da Colmean per il sentiero della pietra focaia, ora è difficile trovarlo tra i tronchi a terra. “Non contare le ore conta i passi se li dirigi in…

Giglio martagone – Ylenia Vassere

Il Giglio Martagone è uno dei fiori più belli e delle Dolomiti Agordine. Il giglio martagone vive in luoghi soleggiati e privilegia prati montani o il limite delle radure. Sulla stessa pianta si possono trovare da 3 a 20 fiori!!!lilium Martagon deve il suo nome probabilmente a 2 aspetti diversi. Martagon in spagnolo significa   “turbante”…

QUALI INDIZI NASCONDONO I COLORI DELLE ROCCE AGORDINE?

Pietra Verde delle Formazione di Livinallongo, le rosse Arenarie di Val Gardena, i calcari bituminosi neri della Formazione di Moena: tanti altri esempi di rocce in cui prevale un colore caratteristico che è utile anche per una prima classificazione di una roccia ad una determinata formazione geologica.

FALCADE – Augusto Murer Un museo all’aperto tra le sue Dolomiti

Quest’ anno il Museo Murer si sposta… in quota.

ROCCA PIETORE – Museo della Grande Guerra in Marmolada

Museo della Grande Guerra in Marmolada Completamente rinnovato e ampliato, il museo Marmolada Grande Guerra si trova al centro della Zona Monumentale Sacra di Punta Serauta, a quota 3000 metri. Museo della Grande Guerra in Marmolada via Malga Ciapela 48 – Rocca Pietore Belluno PER INFORMAZIONI : 334 679 4461 SU FACEBOOK : MuseoMarmolada3000m

Rifugio Sasso Bianco

Rifugio Sasso Bianco nel Gruppo montuoso Marmolada/Sasso Bianco si trova in una posizione splendida con panorama sulla parete nord-ovest della Civetta.con 30 posti letto e possiblità di mangiare. Località Tabiài de Ciamp COMUNE:SAN TOMASO AGORDINO (BL) Come arrivare (info Da Cai Veneto https://www.caiveneto.it/rifugio/sasso-bianco) : da S.Tomaso-Piaia, 1140 m, ore 2-2.15 T: su strada forestale per…

Fiordaliso vedovino – Ylenia Vassere

E’ un bel fiorellino di 2-3 cm di diametro e lo incontriamo spesso sui  prati calcarei o a bordo bosco. La fioritura avviene  tra Giugno e Settembre. Chi ama la montagna le lascia i suoi fiori ”    

Campanula – Serena Scardanzan

La campanula appartiene alla famiglia delle Campanulaceae, il nome viene dato dalla caratteristica forma del fiore. La campanula barbata si trova esclusivamente sulle Alpi, il suo habitat naturale è nei pascoli alpini oppure su praterie rocciose. I suoi fiori sono in genere violetti, questo bianco è l’unico esemplare che ho visto fino ad oggi.

Dolomiti & Paesaggio – Diego Costa

Le mie Dolomiti – Serena Scardanzan

Paesaggi Dolomitici – Ivan Cagnati

Dolomites – Ylenia Vassere

Paesaggi e volti Dolomitici – Sandro Bogo

VAIA E LA MONTAGNA SVELATA: PÓNT NELLA VALLE DI SAN LUCANO

Notte tra il 28 e 29 ottobre 2018: la tempesta VAIA raggiunge il suo apice con venti così forti da sradicare milioni di abeti in intere zone del Triveneto e forti piogge che provocano dissesti e danni in molte aree del Veneto, Trentino Alto Adige e Friuli. Ancora oggi i segni di quell’evento così violento…

Saponaria

La saponaria ( Saponaria officinalis)  fiorisce a grappoli ( i fiori possono essere sia rosa che bianchi), da giugno a settembre. Pensate che i fiorellini si aprono di sera! Crea dei meravigliosi cespugli, anche di grandi dimensioni, lungo pendii e scarpate fino circa a 1600 metri. La saponaria deve il suo nome alle proprietà detergenti…

Sandro Bogo

Paesaggi Dolomitici, flora e fauna, ma anche fotografia di ritratto, vi presentiamo un bravissimo fotografo agordino : Sandro Bogo.

S. Pietro – patrono di Agordo

San Pietro era un pescatore e uno dei 12 apostoli di Gesù: è considerato il primo Papa ella Chiesa Cattolica. Morì per martirio (fu crocifisso a testa in giù)  per mano dell’ imperatore Nerone, insieme a San Paolo, e da allora vengono considerati i patroni di Roma. Secondo alcuni studi, la ricorrenza del 29 giugno,…

Affreschi in Valle del Biois – La Valle coi Santi alle finestre

La splendida Valle del Biois non è solo una bellissima valle Dolomitica circondata dalle meravigliose cime Patrimonio dell’Umanità Unesco, ma è anche famosa per il grandissimo numero di dipinti murali che si possono ammirare su abitazioni ed edifici, molti dei quali realizzati fin dal 1600 : nei comuni di Falcade, Canale d’Agordo, Vallada, Cencenighe Agordino,…

Enzo Demattè

Enzo Demattè, saggista e poeta italiano, per primo a menzionato la Valle del Biois come la  “La valle coi Santi alle finestre”, titolo dell’omonimo romanzo da lui scritto nel 1958. La sua felice intuizione è partita dall’osservazione di  come una piccola valle, quale quella del torrente Biois, potesse avere tanti affreschi votivi antichi sulle facciate…

Giuliano De Rocco

Giuliano De Rocco è un pittore agordino, nato a Canale d’ Agordo nel 1934 dove risiede tuttora. Inizia a dipingere che è ancora molto giovane, con il supporto della pittrice Fausta Luciani.  Compie gli studi artistici a Venezia dal professor Galletti e collaborerà con importanti artisti quali Guido Cadorin, Tono Zancanaro e Armando Pizzinato. Lo…

La Sagra de S. Piero in Agort

Il 29 Giugno a Agordo si festeggia il patrono S. Pietro, in quella che più comunemente è chiamata la Sagra de S. Piero.

Torta Selvarega – Le Ricette di Giuliana

La Torta Selvarega ( selvaggia in italiano): torta salata con ingredienti di stagione, da gustare come piatto unico, oppure come antipasto.

La Torre Venezia

  A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram

San Giovanni Battista – patrono di Canale d’Agordo

San Giovanni Battista è il patrono di Canale d’Agordo e si festeggia il 24 giugno, giorno della sua nascita. Giovanni battezzò Gesù nelle acque del Giordano esclamando: “ecco l’agnello di Dio che toglie il peccato dal mondo” – dal Vangelo Giovanni 1, 29). Si narra che la chiesa di Canale d’Agordo venne dedicata a San…

Giglio Rosso o di S.Giovanni – Ylenia Vassere

Giglio rosso (Lilium bulbiferum L.) è anche conosciuto con il nome di Giglio d S.Giovanni (  perché fiorisce a fine giugno e il 24 giugno è San Giovanni). E’ un bellissimo fiore di color rosso- arancione che svetta anche nei nostri  prati delle Dolomiti Agordine tra Giugno e Luglio. E’ un fiore protetto e come…

La fioritura del Rododendro sul passo Giau – Ylenia Vassere

La Ra Gusela e la Tofana di Rozes  sul passo Giau e una bellissima pianta di rododendro. Il Rododendro chiamato anche “Rosa delle Alpi” è una specie arbustiva sempreverde appartenente alla famiglia delle Ericacee. Il nome deriva dal greco ‘rhodon’ (rosa) e ‘dendron’ (albero), e significa quindi ‘albero delle rose’, da cui anche uno dei nomi comuni italiani ‘Rosa…

Il Rifugio Scarpa Gurekian si fa bello per l’Estate!!!

  Il Rifugio Scarpa si fa bello per l’Estate!!! Procedono i lavori al rifugio Scarpa, dall’ancoraggio della copertura alle pareti tramite tiranti in acciaio, alla sostituzione dei camini con palle rotanti in acciaio e alla  ristrutturazione completa della copertura sala da pranzo principale, con getto nuova soletta, nuovi isolante termico e guaine impermeabilizzanti. E la…

Lech dei Giai o Lach dei Negher

A cura del Professor Alberto Bertini – Instagram  

Rododendro cistino- Serena Scardanzan

Il Rododendro cistino anche chiamato Camecisto è un piccolo arbusto sempreverde che si trova sui pendii rocciosi alpini, fa parte della famiglia delle Ericaceae.

Yoga all’aria aperta di Inflow Yoga

Yoga all’aria aperta di Inflow Yoga – Luglio e Agosto INFLOW YOGA TELEFONO 3337214132 EMAIL  info_flowyoga@yahoo.com  

Yoga nei prati del castello di Andraz di Inflow Yoga

INFLOW YOGA   TELEFONO 3337214132 EMAIL  info_flowyoga@yahoo.com  

Giglio Candido – Serena Scardanzan

Il Giglio candido, anche chiamato Giglio della Madonna o di Sant’Antonio è il più noto e venerato in Europa, sin dai tempi antichi. Era il fiore delle Dee Afrodite, Venere, Diana, e nell’età cristiana divenne il simbolo della purezza della Vergine Maria. All’inizio dell’estate lo si può vedere nei nostri prati, è una pianta bulbosa…

In volo sopra Civetta e Val Corpassa

In volo nella Val Corpassa, al cospetto del Civetta. Una valle che sa di Norvegia, ma è pura roccia Dolomitica. Claudio Il mio canale  Claudio Ghizzo Youtube Instagram dolomitiwildlife

Il lago fantasma dell’Agordino

Non lo troverete segnato sulle mappe perché è un lago effimero che sembra formarsi quasi per magia nelle primavere caratterizzate da abbondanti precipitazioni, trasformando per alcuni giorni il paesaggio al Pian de la Lora…ma anno dopo anno non sempre è una certezza.

Tramonto sul l’Averau – Marco Tasser

    “Le cime sono come i cuori: quando si infiammano… è una sensazione bellissima” Uno splendido tramonto  sull’ Averau durante la fioritura dei bellissimi fiori del Botton D’oro, Passo Giau. Scoprite altre bellissime foto di Marco nella nostra Gallery oppure su  Instagram –  Marco Tasser su Instagram 

Ivan Cagnati

Vi presentiamo un bravissimo fotografo Agordino i cui paesaggi sono veramente spettacolari : Ivan Cagnati.

Alleghe, il lago e il Civetta – Ylenia Vassere

Nonostante le “ferite” ancora visibili di Vaia, Alleghe è sempre splendida. Ylenia Vassere   Su instagram yleniavassere 500px yleniavassere  

La Passione per il Legno – Marco Valt

Girovagando su Instagram mi sono  imbattuta in alcune immagini di  sculture su legno. Incuriosita dalla loro bellezza ma soprattutto da chi poteva averle create.. Mi sono fatta coraggio e ho scritto un messaggio al diretto interessato, chiedendogli se aveva voglia di raccontarci la sua passione per il legno. Leggete un po’ quello che ci ha…

Genziane e Civetta

Il sentiero che porta, da capanna Trieste vicino a Listolade di Taibon Agordino, verso il rifugio Vazzoler e poi il rifugio Tissi ci dà la possibilità di omaggiare il Civetta, girandoli intorno. Il sentiero non presenta difficoltà e, per i più allenati, vi è la possibilità di salire fino al meraviglioso lago di Coldai. Claudio…

Il Viel del Pan – Ylenia Vassere

Una antichissima via commerciale usata fino a pochi decenni fa, che le genti delle due vallate, Agordina e di Fassa, percorrevano per trasportare farine e sorgo. Oggi è una bella, facile, ma soprattutto panoramica escursione, che si svolge tra il passo Pordoi e il Fedaia, in compagnia di marmotte fischiettanti e con la Marmolada e…

Rifugio Vazzoler

Il Rifugio Mario VAZZOLER Oggi vi parliamo dello splendido Rifugio Vazzoler, al Col Negro di Pelsa , nel comune di Taibon Agordino (BL), sulla famosissima AltaVia N.1 e conosciuto dagli alpinisti di tutto il mondo, per la posizione splendida, appena sotto ai meravigliosi Cantoni di Pelsa e al Civetta. Tempio dell’ arrampicata nelle Dolomiti, il Civetta…

Nascondino con gli Gnomi del Bosco

Quand’ ero bambina, ricordo che andavo spesso a passeggiare nei boschi con mio nonno. Non erano passeggiate particolarmente lunghe… o forse io non sentivo la fatica… chissà…

Le Calloneghe di Rocca Pietore

Le Caloneghe

Val Biois – Valle del Biois

La Val Biois è una bellissima valle incastonata tra le Dolomiti: abbracciano la Valle le cime del Focobon, Mulaz, Cima Pape, del Monte Pelsa e le Cime d’Auta ed è sita in posizione centrale fra la Marmolada, il Monte Civetta  e le Pale di San Martino. La Val Biois è così chiamata per il Torrente…

Fioritura delle Achillee sul passo Giau – Ylenia Vassere

Passo Giau   Il passo Giau è uno dei passi Dolomitici più belli e fotografati e la protagonista di moltissimi scatti è molto spesso la Ra Gusela del Nuvolau ( 2574 m). Questa è la “scalinata” che dal rifugio del passo porta verso la Ra Gusela e durante la fioritura dell’Achillee è veramente splendida… una…

Panorama dal Sass de La Palazza

      Panorama dal Sass de La Palazza, un colle che sovrasta Valfredda con dei dolci pendii erbosi, mentre sull’altro versante, quello che sovrasta Malga Ai Lach strapiomba con le sue rocce. Percorribile lungo tutta la sua sella, nella stagione autunnale dà il massimo di sé con dei colori magici. All’orizzonte si possono vedere…

L’ inconfondibile villaggio di Colle Santa Lucia di Marco Tasser

  La Chiesa di Colle S. Lucia che domina sulla Val Fiorentina, con il Pelmo, lì in fondo, che gioca a nascondino… Scoprite altre bellissime foto di Marco nella nostra Gallery oppure su  Instagram –  Marco Tasser su Instagram         

Forca Rossa

    Forca Rossa è il valico che collega la Valle di Franzedas (Rocca Pietore) alle valli di Valfredda (Falcade) e Fuchiade (Soraga). Facente parte di uno dei sottogruppi della Marmolada, si presenta come una larga insellatura a 2490 mt caratterizzata da questa costruzione che conserva il libro di vetta.   Seguite Serena sui social…

Il laghetto della Caladora di Serena Scardanzan

  Il laghetto della Caladora è una piccola formazione naturale che troviamo percorrendo il sentiero che dal Passo Valles porta al rifugio Mulaz. Chiamato così come la cima che lo sovrasta, Caladora, ospita salamandre, tritoni alpini e rane. Nelle condizioni giuste in mancanza di vento o aria vi si specchiano perfettamente le Pale di San…

Il crocifisso di Baita Colmont

Particolare del crocifisso della Baita Colmont..

La chiesetta di Falcade Alto di Serena Scardanzan

  Nel paese di Falcade Alto sorge questa chiesetta, alla quale gli abitanti di Falcade sono molto legati. È dedicata a San Sebastiano, Santo Patrono del Paese.   Seguite Serena sui social su FACEBOOK: Serena Scardanzan e su INSTAGRAM: serescardy89 per poter vedere tante altre meravigliose immagini delle Dolomiti Agordine e degli splendidi animali che le abitano.…

Le Scogliere Ladiniche delle Dolomiti

A cura del Professor Alberto Bertini  –  Instagram

Il naf di Baita Colmont

Una particolare vista invernale del Civetta dal “naf” (fontana ricavata da un tronco)

Serena Scardanzan

Oggi vi presentiamo una giovane ma assolutamente talentuosa fotografa : Serena Scardanzan. Serena è nata e cresciuta a Falcade, da sempre profondamente innamorata di questo territorio ha cominciato sin dall’adolescenza ad avvicinarsi al mondo della montagna, sia come approfondimento personale quale lo studio di montagne e dei suoi alpinisti, sia come escursioni. Da alcuni anni,…

Arte ed Amicizia – Augusto Murer

11 Giugno 1985 – 11 Giugno 2020 Omaggiamo Augusto Murer a 35 anni dalla sua scomparsa, con le parole di Rafael Alberti, nella sua Poesia (Augusto Murer escultor, 1977) scritta per lo scultore falcadino:

Emozioni & Dolomiti- Marco Tasser

Dalmasso Lucia – Atleta nazionale snowboard parallelo

I nostri giovani talenti sono un piacere da esibire, oggi parliamo di Lucia Dalmasso che vive a Falcade, cresciuta in mezzo alla neve. I genitori, entrambi maestri e allenatori di sci alpino, le hanno insegnato a sciare. I nonni, (nonno maestro di sci) le hanno insegnato ad amare le nostre montagne, le Dolomiti. Lucia Dalmasso…

Concordia – Serena Scardanzan

Concordia (Dactylorhiza maculata/Orchis maculata): La Concordia è una pianta erbacea spontanea appartenente alla famiglia delle Orchidiaceae. La sua inflorescenza è composta da fiori raccolti in dense spighe, ed i suoi fiori sono resupinati, ovvero ruotati sottosopra. Si trova facilmente nei luoghi soleggiati delle pianure e colline, ma non è difficile trovarla anche nel sottobosco o…

La magia del Passo Duran di Riccardo Bernardi

La magia del Passo Duran dal Van de Caleda, la Moiazza domina il Passo, e il Framont che domina l’abitato di Agordo sembra un tranquillo colle. Seguilo su Instagram ricky86b_iker

Lato sud dell’Agner di Riccardo Bernardi

  Marzo 2020 Prima del lockdown Visto che all’alba avevo visto il lato sud dell’Agner perché non andare a vedere la parete verticale più alta delle Dolomiti che si contende il primato con le più alte Alpi Parete Nord dell’Agner Riccardo Bernardi Seguilo su Instagram ricky86b_iker

La grotta di Jim Morrison in Agordino

A cura del Professor Alberto Bertini  – Instagram